Poesie, racconti, riflessioni, pensieri e chiacchiere in forum.
Webmaster:  Giancarlo cobite

fioridipensiero
______________________________________________________
 

 







<< su




E piange il pianto
di iduegabbiani


Desolazione d’anima
Occhi sgomenti
- i sopravvissuti-
Soffoca la vita l’acqua
E mani si sollevano
per carezzare
per chiedere respiro

E mani si turano le orecchie
per non sentire il vuoto
Angoscia di voci che si cercano
paura che offusca il vivere
Ruote ghiacciate le parole
cronaca in diretta
girano nell’etere

E piange il pianto
E tira pietre all’ingiustizia
allo strapotere
di chi offende ogni diritto
E si piega in due il corpo povero
E braccia a dirsi mille i perché
E il fiato diventa asma

-Troppi i morti-

E il potente declama
declama sempre

-E la gente muore-
 

_____



<< su




Che le anime siano salve
di spazioimmenso


L'impotenza!
Strana sensazione
che oggi come ieri
si attorciglia
nello stomaco e nel cuore.
Piangere
non si riesce, non serve.

Sembra
tutto intorno
che i rumori si siano
ovattati,
che il sole
pallido di dolore
fatichi a risplendere.

Sembra,
che il cielo
abbia raccolto
tutte le lacrime innocenti,
per donarle domani
agli occhi
ancora increduli
di chi ha trovato
l'inferno
nel paradiso più bello. .

_________



<< su




Tsunami assassino
di Cobite

Un oceano immenso
che formava mari
di dolce paradiso
è ora un inferno

Ogni suo mare azzurro
è diventato un mostro
che ha distrutto cose
e soffocato migliaia di vite.

Onde come montagne!

Sotto a quel fango
i morti appaiono
tutti innocenti
e sporchi eguali.

Dolore a montagne!

Montagne di morti,
montagne di feriti,
montagne di urla,
montagne di maledizioni,
montagne di miseria
che ora chiede aiuto.

Lo stupore diventa rabbia,
la rabbia diventa impotenza,
l’impotenza, coscienza...
e un mare di lacrime

Il nostro mondo
è una cellula viva
quando si muove
noi moriamo.
 

______
 



<< su




Tsunami
di fiordineve

Il disco rosso del sole
s'immerge immediatamente
nessun tramonto né alba
ci sarà solo tenebra

dolore inenarrabile
la morte rende uguali
sepoltura che riunisce
un mondo impazzito

noi siamo la causa e l'effetto
il nostro voler ammazzare
chiunque e qualunque vita
su questo pianeta.
 



in silenzio piango


______

 



<< su




L'onda!
di mara48


Ogni giorno è diverso dall'altro
anche se, ai nostri occhi
sembra sempre uguale.
Oggi mi sono svegliata,
domani non so se mi sarà possibile..
Partire per paesi caldi,
per vivere giorni diversi e spensierati
è il sogno di tutti,
ma nessuno immagina che
il biglietto di ritorno sarà usato
per l'ultimo viaggio,
o forse non ci sarà neanche un ritorno..
Un attimo, un secondo di terrore
e la vita di milioni di persone finisce così...
giovani, vecchi , bambini...
senza distinzione di razza o di colore..
la propria vita finisce per colpa di un'onda,
un'onda anomala che travolge
qualsiasi cosa incontra
e non fa differenza
se quello che prende sono oggetti o persone.
Che amarezza, che sgomento,
che dolore nelle urla
di coloro che vorrebbero aggrapparsi
a qualunque cosa pur di salvare la propria vita.
La natura ci ama,
ma è anche pronta a riprenderci
così come ci ha generato,
riportandoci nel suo ventre,
dove tutto è uguale.
Il dolore di queste persone
non si può calcolare,
vedersi strappare dalle mani
il proprio bambino
e vederlo trascinare via
tra le onde piene di rabbia
e di voglia di uccidere,
è come sentirsi strappare il cuore dal petto
in un sol colpo.
Il mare è ritornato calmo
ed ha ripreso il ritmo di sempre,
ha di nuovo quell'aspetto così bello e soave....
nessuno guardandolo può immaginare
che è stato crudele e spietato...
La vita di chi rimane però,
rimarrà per sempre segnata
dal suo colore e
dal suo profumo di morte.


______
 



<< su




ed ora silenzio
di Lorymcneel


Si rifrange piano l'onda,
sul molo del castello riluce un'alba rosata.

Ti chiedo silenzio.

Alba fresca e leggera in cielo coperto da nubi
arrossi un poco le cime
e più splendente sembra la neve
sui monti a ovest sotto nubi più nere.

Rispetto il silenzio.

Tepore di mare splende nel sole
luminosa giornata è in divenire.

Ti spiego il silenzio.

Luminoso sole rifulge su bianca morbida neve
argenta più irte cime
e più nere sembrano le pareti
tra i monti a nord dove non ci sono più abeti.

Comprendo il silenzio.

Tramonto di sole infuocato
si tuffa dietro il monte che sovrasta il mare.

Rimango in silenzio.

In un cielo colorato di rosso finisce la luce
di un giorno incantato,
forme più nitide hanno i monti
colorati al contrario nel cielo non ancora scurito.

Temo il silenzio.

In un cielo trapuntato di stelle
si specchia il mare.

Soltanto silenzio.

Il freddo cielo di una notte stellata e senza luna
non oscura la notte
la neve presente sui monti
dona tenue chiarore a chi guarda lontano.

Soltanto silenzio.

Non c'è nemmeno il fragore del vento,
non un sussurro scuote gli antichi rami.
Non più parole porta il torrente.
In questa notte fatta di niente.
Un giorno soltanto
o una vita intera:
silenzio solamente silenzio.


______
 



<< su
 




Delusione
di Sagitta


Ricordo
che in un giorno di pioggia
ho fermato il pensiero
e intanto
la vita incombeva
a me estranea
rigonfia di miti e illusioni.

Ti chiesi parole di Luce,
ma non eri che buio.
Dicesti, beffardo,
fissando con orbite vuote:
"Cammina su guide di vento
e non mi scocciare".

Messaggio di morte
senza ritorno alcuno.

Vendevi miserie truccate da sogni
ad anime perse e ansiose di Cielo.

Vergogna.

_______

Più niente del resto
di te, dei tuoi giorni
più niente mi resta.

Nemmeno il ricordo
della disillusione.


______
 



<< su
 




Dimmi, capita anche a te?
di Vitale Tagliaferri


Ho ricevuto baci dalla luna
sulle cime
alla notte fonda.
Mi ha dato schiaffi la bufera
sui sentieri
dell'impervio andare.
Talvolta
la bufera mi bacia
la luna mi schiaffeggia.
Dimmi, capita anche a te?


______
 



<< su
 




So che in un sogno
di D@ni Potter


 Eppure,
ti avevo già visto.
Sento che
il tuo volto già ha
accarezzato il mio sguardo.

Ma dove,tu mi chiederai.
Il mondo è circondato
da stelle
che coronano
il cielo profondo,
e forse,
chissà....
infinito.

Forse,da lontano
io scorsi il
volto di colui che
un giorno,
sarebbe diventata
per me,
la persona
più bella del mondo,
a cui avrei donato
anche il cuore.

So che in un sogno,
t'incontrai.


______
 



<< su
 




Essenza alla lavanda
di Fiumi di porpora


 Penultimo respiro,
e una carezza.

Ne' in superficie ne' a fondo,
immersa nell'acqua senza nuotare
mai più pinne ne code di sirene,
lievitando nell'acqua del tuo grembo
sorretta dall'innocente silenzio che placa il pensiero.      

Guardo nel vuoto che colmo di parole tace,
attendo la nascita di un movimento, un soffio,
un onda...
si dimettono le rette parallele del tuo corpo
e si agitano le sensibili e caute nubi della mia mente, 
una spirale continua di nastri, un uragano di fiori,  
assordante rimbombo di beneficio,
non voluto MA desiderato.
Ora riposa nel tuo grembo anche un sogno,
unico compagno
che assiste la mia scomparsa
ma lo sguardo non abbandona il vuoto
che rapisce le pupille
e le trasporta in un pianeta di stelle:
essenza alla lavanda.

Nel immenso oceano blu, picchiante carezza
in un penultimo respiro
nascerà una stella.
 

______
 



<< su



 
Pergamene
 

 
 

dal 25/09/2004