scrivi a fioridipensiero>  

Poesie, racconti, riflessioni, favole, lettere, dediche... in forum

Scrivi a fioridipensiero

Webmaster: Cobite

   
 




 

 

 


 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

Pergamene

<< su
 

 


 

 

 

 

 A voi poetii
di fiordineve


Mi lascio immergere nel vostro spirito
m'incanto al suono delicato
di una parola tenera
offrite perle e gemme preziose,
laghi formati da dolore immenso
tracotante il vostro cuore si svuota
intingendo la penna nelle viscere
che inondano di sangue fogli bianchi
sovrapponendoli a lacrime perse.

Pietre come montagne sgretolate
il vostro dire che manda in frantumi
le certezze d'aver sofferto solo io,
anime gemelle noi siamo
viviamo ogni giorno un dolore
è con la fantasia amica della verità
che parliamo lo stesso linguaggio,
vi sento vicini a me più di un fratello.

E' l'animo che si svela
in un accenno di bellezza interna
che di giorno fate scivolare nel portafoglio
per non mostrare il volto
che tenete chiuso a chiave
per timore di una derisione
che non potreste sopportare.

_____


 

 

 

 


 

 


<< su
 

 


 

 

 

 

  Abbracciami
di Lorymaneel
 

Ascoltami,
chiede l’erba al vento,
frinendo lieve da questi scossa.
Voglio darti la mia storia
nuda, per portala lontano.

Anime assetate si completano,
pensiero su pensiero in parole d’amore.

Abbracciami,
dice il fiore al sole,
ho bisogno di te.
Voglio sentire la tua carezza
sui miei petali nudi.

La mia pelle sulla tua,
seta su seta in un gioco d’amanti.

Baciami,
brama l’ape il pistillo
pieno di nettare.
Voglio darti il mio polline,
ad altri fiori lo potrai portare

Bocche infuocate si cercano,
labbra su labbra, nella ricerca l’ardore.

Uniti,
profumi nel vento,
voci vicine e lontane,
sussurri lievi e musiche ritmate,
a portare l’incanto al mondo.

Il mio corpo ed il tuo,
anima nell’anima, nel completarsi del gioco.

Dissetami,
con le tue gocce di rugiada,
placa questa arsura
e saziami d’amore.
Chiede il prato all’alba

Chiede l’amore all’amore
nell’estasi comune.

 

 

 

 


 

 


<< su
 

 


 

 

 

 

  Bocciolo di rosa
di Ladi I.
 
In questo piccolo
bocciolo di rosa
rivedo i tuoi occhi,
e nelle sue labbra
il tuo canto d’amore.
Nei suoi lunghi capelli
le tue carezze,
che come vento
sfiorano
le mie giovani guance,
e il ricordo di quando
mi chiamavi bambina
lo rivedo nel suo viso
dolce e dormiente;
guardo sdraiati
i suoi occhi sognare,
come Tu guardi i miei.
E le racconto di tenere
giornate d‘amore,
di girotondi
e di nascondini,
tra viali di alberi
e gelsomini

…e di quando tu
mi vedevi già sposa,
con in braccio un bocciolo
a cui dare un nome,
con in braccio una rosa
da vedere sognare.

______
 

 

 

 


 

 


<< su
 

 


 

 

 

 

  Cantico
di JACKdibimba


O mia rosa profumata tela
dell'unico disegno d'amore
carne dal piacere bollente
hai ridotto a palude questo cuore,
il mangiatore di storie
è passato cacciando di frodo
nella boscaglia della vita.

beata regina,
preparati io sono sempre pronto,
vinci i miei baci corpo nudo
che il battitore di cento inganni
usa per maritarti ancora.

indica il rogo al mio passatempo
recita vecchie parole sempre nuove
siedi accanto il falò che arde
nella lunga notte, poi:
innalza la voce tra i silenzi
dei nostri assenti attimi...
D'AMORE.

______

 

 

 

 


 

 


<< su
 

 


 

 

 

 

 

Canto corale
di Sagitta

Dal nulla si leva armonia di colori
espressi in linguaggi latini o spagnoli,
narrati in eufonici ritmi di voci
accordate fra loro, assonnati bagliori.

Le note soprane si fanno portanti,
motivi che ascendono in toni sgargianti
le volte di chiese e palazzi, le sale
di case del popolo, di un teatro locale.

I bassi e i contralti punteggiano il coro,
con note vibranti e accenti profondi
ed ecco le voci tenori, e con loro
-blanditi- i soprani ammiccanti e giocondi.

E guai se una voce soverchia le altre,
se tende a schiacciar l’armonia dell’insieme
il canto corale è allusione dell’arte
del limite al singolo che a tutti conviene.

E anch’io che cantavo solista in complessi
degli anni settanta e folklore toscano
ho presto imparato che nel trattenersi
sta il bene comune, interesse sovrano.

Magia dell’insieme, armonico volo
oh, che formazione nel canto di un coro!
 
______
 

 

 

 


 

 


<< su
 

 


 

 

 

 

 

Desiderio di vita
di xefiria

Questo amore
fatto di briciole e sospiri
stretto nel pugno del tempo,
vive nell'angoscia del suo limite.
E benché sia consapevole
di dover avere fine
si protende voglioso verso l'immenso,
rincorrendo le tante eco
delle sue carezze, dei suoi baci
delle sue parole non dette e i
desideri inconfessati.
Vive in un paradiso di musica
quando il vento dei ricordi
suona le foglie dell'albero del tempo.
E tutto è passione.
E tutto è amore
e amore è tutto per sempre.

______
 

 

 

 


 

 


<< su
 

 


 

 

 

 

  Mi perdo in immagini
di Cobite

Mi perdo in immagini
scritte dentro l'anima
con pensieri vivi
che levigano spiagge
di monotone sabbie
dove sono spinti,
e rotolano lenti,
grigi ciottoli
colorati un tempo.

Non s'agita il mare
ma è laguna d'acqua quieta
che in battigia risuona
lenta e cupa.

E' carezza lieve
d’inutile,
stanco,
perduto
tempo.


______


 

 

 

 


 

 


<< su
 

 


 

 

 

 

   
Realtà
di arlette

Un goccio di vento
imbevuto dai petali del sole
e raggi luccicanti di luna

s'è versato nelle profonde
grotte dell'essenza
dove dimora il regno
incantato di pace.

Brucia la sua fiamma
nel grembo del giorno
assetato di bellezza
e claudicante di gioia.

Il corpo è misterioso
e la sua quarta dimensione
è ancora da sfogliare

così,
per un attimo
s'insinua tra le dita del cuore
la visione d'una sfuocata realtà. .

 

 

 

 


 

 


<< su
 

 


 

 

 

 

 

Schiudersi
giangi53


Raccolgo gocce
nel cavo di mani
per lenire la sete

Chiudo gli occhi
rivolgendomi al sole
per sentire la luce
sotto palpebre chiuse

Annuso la terra
per sentirne l'aroma

Sono con loro una sola cosa
e mi disciolgo
in fluire lento

Sono vita che prende coscienza
e dà senso a questo sentire

...e vedo la vita
come sequenze
che si disperdono nell'universo

Diviene calore
per tingere il cielo

Diviene soffio
per sospingere il vento

Diviene seme
che cade per terra

Coperta da tale coperta
diviene germe
che ha da venire

...e lascio che il tempo
dischiuda lento
quel fiore che porto dentro


______
 

 

 

 


 

 


<< su
 

 


 

 

 

 

  Una canzone piccola
di iduegabbiani.

Vorrei cantarti una canzone piccola
vorrei cullarti per dirti di non aver paura
sconosciuta io per te
che non conosco nulla di questa lingua tua

il tuo visino serio
è una domanda senza parole
le tue labbra strette
il disagio di un vivere
che nuovo ti è caduto addosso
le manine a pugno sul vestito
i tuoi perchè che non riesci a dire

Solo il grande fiocco rosso
sui capelli corti e bruni
ondeggia lento al vento
e tu che mi guardi muta
ed io che ti sorrido

Nuova fantasia per te
che arrivi ferita negli affetti
poggio piano la mia mano sul tuo viso
arriva piano dondolando
la tua guancetta rossa emozionata
si ci poggia dentro
mille domande gli occhi che mi guardano

Ed io donna e madre
ridivento clown
per te figlia mia
di cui non conosco il nome

e t'amo.

______
 

 

 

 


 

 


<< su
 

 


 

 

     

 


 

 

     

<< su


Pergamene



 

Conteggio dal 14 ottobre 2004