Poesie, racconti, riflessioni, favole, lettere, dediche... in forum    

Scrivi a fioridipensiero

 

Pubblicazione di scrittori dilettanti in forum





 
  









 
 










 

 
  © E' vietato copiare qualsiasi cosa senza l'autorizzazione dell'autore    

Webmaster Cobite 

 

 

 

 
 

 

 


 

 

 

 

Poesie in pergamena

Pergamena Marzo 2006
Poesie scelte dal forum Fiori di pensiero


...in amore                                           di  Geneshys
Alba nuova                                          di ciaoLili
Clochard                                            di Sagitta
Esistenze in sordina                           di BluAstro
In alto il viso                                      di iduegabbiani 
Incompleto                                         di elfo nero
Luna sei splendida                              di Cobite
Nelle mie valli                                     di errerossa
Sarà                                                   di
 SchiavaD`Amore
Si consumano i giorni                          di Fr@nc@ 
Sinfonia in crescendo                         di Deb
Un mondo cattivo                                di frammentodimare


 

 

 

 


 

 

<< su   << Home


 

 


 

 

 

 

...in amore
di Geneshys


Dov’è l’amore che decifra il cuore?
lontano dall’oblio
lentamente il battito
ritorna al tempo e risplende
nelle mie gote l’oscura luce
di desideri incoronati
da madre natura…

ecco che giunge nell’anima
l’annegato sospiro
come un vento acre
che distoglie il viandante
dal sentiero percorso

chiaro mi è l’incantevole
abbraccio tra il respiro d’estate
e il sospiro d’illimitata pianura
laddove i corpi,
nudi sotto il fecondo tramonto,
pregando
naufragano silenti….

Lasciate che io non incontri riposo
che la stanchezza sia l’ultima tempesta
che d’acceso ardore nella troppa fuga
assedi le tue membra
o martire in fiamme

eletto e puro
è il brivido che palpita in quest’anima
in estasi…
venerato amore, nell’istante
che aspiri al mio corpo,
angeliche voci annegano
danzando in questa palpitante letizia

nessun turbamento
o mio Dio
giacché le amorose fiamme
tendono in alto
al cielo
e non sanno d’angoscia
ma d’immenso vermiglio
che rapisce il silenzio.
 

_____

 

 

 

 


 

 


<< su
 

 


 

 

 

 

  Alba nuova
di ciaoLili


Al chioccolìo dei merli
dal becco giallo
e dei batuffoli di pettirossi
già in cerca di bacche e ragni,
l’alba nuova che
scolora la notte
in un nulla di sogni,
avanza.
Lentamente la sua luce
riempie il cielo e l’aria
e i più riposti spazi,
rischiara.
Sciogliendo il buio
d’un’angoscia sottile,
m’illumina il cuore
e tratto tratto tutta,
m’invade.
Le strade lucide
di notturne nebbie
di passi e di voci
s’empiono .
Giardini spogliati
si coccolano piano
nel tenero abbraccio
d’un timido sole
mentre il vento di gelo
su lastre di ghiaccio
della fontana pietrosa
che tacque improvvisa,
imperversa.
Sui balconi lontani,
panni offerti all’inverno,
che mani rosse sofferte
stesero ad asciugare,
abbandonati al vento
tra coni di luce e spazi d’ombra,
ballano.

 

 

 

 

 


 

 


<< su
 

 


 

 

 

 

  Clochard 
di Sagitta
 

La palma tesa, il viso volto in alto
le guance rosse e gli occhi semichiusi.
Steso sul marciapiede, duro asfalto,
sorseggi spicchi d’un avaro sole.

Avvolto nel pastrano stazzonato
e sudicio d’inverni sul selciato
ridi sognando, ebete, ubriaco.

Chi t’ha ridotto in questo estremo stato,
che male t’ha colpito, qual sventura
ti ha messo sulla sporca strada,
dimmi: perché sei rovinato?

Mi chino e guardo: rantoli e respiri,
è certo questo sonno ebbro e profondo.
Hai scelto l’incoscienza anche da desto,
hai rinunciato a interpretare il mondo.

Scelta deliberata o fu il destino
a cederti in balìa delle intemperie
pupazzo senza volontà, meschino…
o santo, inconscio e povero
solo per tuo volere?

Ti guardo e resto lì senza risposta
intanto un’ambulanza s’avvicina…
Qualcuno che con me faceva sosta
ti ha garantito un letto, stamattina.


______
 

 

 

 


 

 


<< su
 

 


 

 

 

 

  Esistenze in sordina
di BluAstro


Nelle loro stanze polverose
giunge attutita l'eco della vita,
il canto contagioso, la voce
delle strade, dei ragazzi ebbri di sole,
rumorosi nel torpore del mattino.

Un giorno nuovo per il mondo, luminoso
per chi vive nella luce
e ha negli occhi la spontanea leggerezza
dei fanciulli.

Ma loro, che la polvere e il silenzio
hanno avuto in sorte, come soli compagni
e testimoni, loro si lasciano esistere
debolmente, senza più neppur sperare
in futuri mutamenti della ruota.
Ormai vuoti - svuotati d'anima - spenti,
solo nel sonno trovano ristoro
alla loro stanchezza.
 

______

 

 

 

 


 

 


<< su
 

 


 

 

 

 

  In alto il viso
di iduegabbiani


Gelo fuori
Senza foglie i rami
tremano le prime gemme

Tra due pareti
le mani ai muri

Non mi arrendo
Socchiudo gli occhi

Aggrappata al passamano della Vita
brucio come carta straccia
la sofferenza inutile

Ritornerà il sorriso perché lo voglio
non sarà vuota la mia strada
si farà storia

Attaccherò i miei capelli
ci chiuderò dentro ogni malinconia
rileggerò ogni rigo

Cancellerò le ombre dai miei pensieri
Non legherò mani e piedi
Non sarò più nuda

E’ troppo presto per diventare ieri.
 
______
 

 

 

 


 

 


<< su
 

 


 

 

 

 

  Incompleto
di elfo nero


Ricordati gli anni passati
quando il sole
illuminava il giorno
ricordati di come ci sentivamo
quando il sogno
era così vicino
e il domani
era così lontano.
Pensando ancora al nostro mondo
la luna e noi
distesi nel giardino
pensando a come eravamo
ogni bacio
era una promessa
abbracciati
al nostro futuro

Non c'è più luce
lentamente la vita
inizia a scolorire
come un lungo
fascinoso imbrunire
speranze e stelle
cadono dal cielo
con malinconici sorrisi
potremo raccontare
di desideri impossibili
da avverare
senza più riuscire a immaginare
quanta allegria c'è nella tristezza
quanta tristezza c'è nell'allegria

Ricordati i giorni andati
attimi e sguardi
divenuti eterni
ricordi le nostre estati
quando il mare
era la nostra casa
canzoni dolci
come profumo di rosa.
Ma come era diverso il mondo
se fosse rimasto
per sempre uguale
com'è cambiato oggi il mondo
è così difficile
ricomincare ancora
propio mentre il sogno
sta per finire

L'oscurità arriva
e la vita è un lungo
fascinoso imbrunire
osservando il lento
scolorire dei giorni
speranze e stelle
cadono dal cielo
ripensando ancora
a questi momenti vissuti
senza gioia ne dolore
senza più riuscire a sentire
quanta allegria c'è nella tristezza
quanta tristezza c'è nell'allegria 

______
 

 

 

 


 

 


<< su
 

 


 

 

 

 

  Luna sei splendida
di Cobite


Questa notte nel cielo
mi appari da un tunnel di fuoco
che attraversa le nubi
e rischiara la pianura.

Con la tua luce
ho scordato il diluvio
e non penso
a quando il tunnel si chiuderà
su di te... e su me.

Mi appari falce di ogni pensiero
e liberi al volo l'anima mia. 


______


 

 

 

 


 

 


<< su
 

 


 

 

 

 

    Nelle mie valli
di errerossa


Nel bianco, muto, fitto, inerte velo
solchi d’aratro bruni e regolari
si perdono sfumando tra i filari
di pioppi con le cime perse in cielo.

Nelle mie valli si respira pace
quando la nebbia copre ogni rumore,
l’eco di un mondo indaffarato tace
solo si sente il bisbiglio del cuore

e ti racconta fiabe raccontate
da una fata già tanto tempo fa,
rimaste per cent’anni abbandonate

dentro lo scrigno della libertà,
nascoste dalle sordide risate
dell’io tiranno e della vanità.
 

 

 

 

 


 

 


 

 


 

 

 

 

    Sarà
di SchiavaD`Amore


sarà l’alba di un giorno
qualsiasi
un mattino al chiaro della pioggia
sarà presto
avrò dei capelli la movenza
libera nel vento

sarò
un fiore davvero
nel verde a sconfinare al cielo
un campo di papaveri e promesse

indosserò
solo una sottoveste
lunga a stupire le caviglie

e il sonno sulle ciglia
ancora caldo
sarà privo di qualunque smarrimento

sarà
ricerca senza tempo
per le strade dell’averti accanto
per le libertà a venire
finché sui sandali sottili
trasgredirò i momenti
a testimoniare ancòra
le distanze a trattenerci

sui sandali sottili
lasciandomeli aperti
respireranno i sogni
tra gli strascichi e la notte
per allora scesa e stanca
oltre la valle
in riposo alla mancanza
finora rimostrante

e il sole

il sole nostro
sarà tuorlo al tuo risveglio
su di me
a precedermi sul mondo
non più isolata o persa
su una strada al suo ritorno

io viaggerò incantata
stregando le lunghezze
solamente per trovarti
ove sarai
tra i monti reclinati
su un fiume che si snoda
o tra le rocce strattonate
o dentro il rosa
all’orizzonte quando indora
e prende un velo madreperla




(Ho sognato di... ) .
 

 

 

 

 


 

 


<< su
 

 


 

 

 

 

 Si consumano i giorni
di Fr@nc@


Si consumano i giorni
lenti e striduli
dita di gelido acciaio
scavano senza sosta
le mie sicurezze
di carta straccia
ogni volta, che svelo,
il mio sguardo
e' intrusione, rabbia
seguo con la punta
del mio essere ancora viva
una strada senza incroci
e ogni mio sentimento inciampa
nelle ossa di schiavi
sepolti nel fango arcaico
del passato..
Ciò che fù a dipingere ricordi
su assi levigate
e pietre mal tagliate.
Sento il flusso di pensieri vibranti
incidere ogni ruga
e ogni piccola scaglia della mia anima
Ora soffrire
diviene , ninna nanna,
sussurrata nel buio
della mia stanza preferita,
rintocchi lievi
il cadere di una goccia salata
un brivido,
una caduta di stile
nel marasma affollato
di nomi e volti
delal mia esistenza...
cose nate e perdute
trattate con poca accortezza
senza gentilezza e violate
le mie rime in poesia
lette di fretta...
Ora , adesso
ogni attimo che passa
è rubato all'oblio
e alla gioia fanciullesca
di nascondermi ai miei stessi sogni....


______
 

 

 

 


 

 


 su
 

 


 

 

 

 

  Sinfonia in crescendo
di Deb.


Indulgente gioventù
illusionista apprezzato
vedi in quadri appariscenti
facile conquista
di binari incrociati.

Disumani sforzi
da marinaia inventata
credi l'acqua
ingenuamente
forza amica innocente.

Mari tempestosi
vento gravido di pioggia
impietoso si abbatte
la tua vela sospinta
deraglia su sogni infranti.

Zattera nella tempesta
candido fazzoletto porge il mio amore
overture e frusciante incoraggiamento
spettatore in trepida attesa
timidi suoni in crescendo sinfonia..
 

______
 

 

 

 


 

 


 su
 

 


 

 

 

 

  Un mondo cattivo
di frammentodimare.


Nudo come la roccia
fra le smarrite foglie morte

ascolto

Il sale bruciare le mie
sottili ferite

è un mondo cattivo

Ascolto

L’impercettibile dolore dei miei pensieri
Che volano

cerco di dimenticarti
ma annaspo nel tentativo

è un mondo cattivo

una verità depressa
come una crepa sul muro

è un mondo cattivo
cattivo

ci sarà ancora spazio
fra le nuvole? 
 

______
 

 

 

 


 

 


 su
 

 


 

 

     

 


 

 


 

 


 

 

 

 


 


di Saffo
 

 

 

 


 

 

 


 

 


<< su
 


Home



 



 

Conteggio dal 14 ottobre 2004




<< Home