Poesie, racconti, riflessioni, favole, lettere, dediche... in forum    

Scrivi a fioridipensiero

 

Pubblicazione di scrittori dilettanti in forum





 
  









 
 










 

 
  © E' vietato copiare qualsiasi cosa senza l'autorizzazione dell'autore    

Webmaster Cobite 

 

 

 

 
 

 

 


 

 

 

 

Poesie in pergamena

Pergamena Luglio 2006
Poesie scelte dal forum Fiori di pensiero


 

 

Ci conoscemmo allora  di -chiaraluna-
La cattedrale  di Lupesciolo
L'attesa  di ValeAbigail
Nel Bosco delle Noci  di elfo nero
Non aspettarmi  di ninfafedele1
Pura sinfonia  di fiordineve
S'intinge  di Cobite
Stella Polare  di filodiseta
Vecchio  di grisby60
   
   
   
   

 

 


 

 

<< su  
<< Home

 
 

 

 

 


 

 

 


 

Poesie in pergamena è una scelta redazionale tra le poesie
inserite in forum Fiori di Pensiero di trimestre in trimestre.

Pergamene precedenti


 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

<< su

 

           
           


 

 


 

 

 

 

Allucinazioni di un mancato poeta
di Geneshys


In quel tempo la parola come sabbia
al vento ispirava l’incendio del cuore
e l’eternità che si era compiuta nell’attimo
in cui avevo strappato il vangelo della ragione
era come una sacra reliquia senza dimora ne destini
da riscrivere

fiammeggiante era il cadavere della dissolutezza
che nell’oblio del suo potere riaccendeva i ceri funebri
come fossero luce del cieco viandante

se gli angeli potessero dare slancio alla penna del poeta
mozzerebbero anche le proprie ali per sedurre
l’impeto celeste del suo fuoco

il suo istante è alchimia di parola
che sa mescolare inferno e paradiso
per trascinare l’anima oltre l’inesprimibile

arcaico è il mio sentire
violenta è la salvezza per un mendicante d’oscurità
ed il supplizio troppo vergine per riabilitare
le sue allucinazioni

e questi sensi,
che accordano note stridenti
nell’ebbrezza della parola
di brivido e silenzio cantano il rosario
dell’anima

dispensami o mio Dio
dall’orrore clandestino che incurante
si fa primavera nei miei giorni
spogliami da questa morte affinché
il ritratto del tempo si dissolva tra le sue ombre

affinché la legge scritta dai profani di cuore
si esaurisca nell’estasi feconda
di una penna che ancora è madre di parole non pronunciate…. 
 

_____

 

 

 

 


 

 


<< su
 

 


 

 

 

 

  Ci conoscemmo allora
di -chiaraluna-


Chilometri sotto le gonne
anni tessuti tra i capelli
e lontani ricordi
per vite che scivolano
aggrappandosi inconsapevoli
a vecchi merletti ricamati
ancora di speranza.

Ci conoscemmo allora,
quando i cuori razziavano felicità.

Ora, vorrei essere vento
che disperde amarezze e anni
e colmarli d'azzurro
di un lontano sorriso e
essere musica per sentire il loro canto
e richiami di giovinezza
di quelle amiche che vivono
il silenzio

E ancora essere pioggia
e ritrovare giacigli di sorgenti
che nessun tempo potrà mai cancellare.

 

 

 

 

 


 

 


<< su
 

 


 

 

 

 

  Il volo delle piccole cose 
di iduegabbiani
 

Avanti
Indietro
Destra
Sinistra
Volteggiare liberi nell’aria
Diventare gioia per ogni essere
Abbracciare ogni vita
Che aspetta amore
Avanti
Indietro
Destra
Sinistra
Nudità d’anima
Volare in punta di piedi
Nuvola bianca
Regolare le lancette del far star bene
Avanti
Indietro
Destra
Sinistra
Essere dolcezza per ogni giorno
Parola per crescere
Parola per far crescere

Leggere mani
Carezzare un capo
Donare affetto…

Piccole cose…

Zucchero filato
Per chi ci passa accanto
Avanti
Indietro
Destra
Sinistra

Il segreto?
…Sempre…!


______
 

 

 

 


 

 


<< su
 

 


 

 

 

 

  La cattedrale
di Lupesciolo


La linfa sale al cielo
e mistica respira
su colonne arboree.
L'insieme
di varianti di verde
ove lo sguardo riposa,
è cupola
e il vento, sibilando,
serpeggia
tra guglie ondulanti.
Stillan gocce
picchiettando
di foglia in foglia
in armonica frescura
e di fasci di luce
s'illuminano... nebulose,
vapori luminosi.
Al suolo
le colonne abbarbicate
vedono dell'uomo
l'arrancare tra radici,
alla ricerca
della propria divinità.
 

______

 

 

 

 


 

 


<< su
 

 


 

 

 

 

  L'attesa
di ValeAbigail


Immersa nell'essenza
del segreto che cela Infinito,
è l'emozione
nuova e rinnovata
vibrante d'attesa...
Là, dove il Regno
manifesta
mistero e chiarore
di ciò che sarà Vita.
La tempesta del senso
condanna alle catene
dell'apparente indifferenza
l'intimo fremito interiore...
Conteso con l'intensità
del desiderio proibito,
che lascia spazio al nulla
ancor prima
di cominciare ad esistere.
Non resta nient'altro
che l'urlo silente
dello spirito
imbastito
sui confini del tempo,
che si consuma tiranno...
 
 
______
 

 

 

 


 

 


<< su
 

 


 

 

 

 

  Nel Bosco delle Noci
di elfo nero


Nel bosco delle noci
ho guardato così a lungo
le immagini che il tempo
ci ha lasciato;
fuggire dalle dimensioni
delle visioni artificiali
per cercare le risposte
che non ho trovato,
la vita ci ha guidati
su sentieri differenti
fotografie di luoghi in cui
non ho mai vissuto;
ma nell'era del rimpianto
resta solo la memoria
di fiori senza più colori
nel nostro verde prato.

Nuvole non sono più
nel cielo sopra noi
attimi di sogni rimandati
al domani mai
noi non siamo andati altrove
al di là dei giorni
e nulla più rimane oltre
il cielo che sovrasta
i nostri sogni

nel bosco delle noci
ho dormito così a lungo
tanto che ora non ricordo
dov'è il mondo;
percorrendo il cammino
tracciato a caso dal destino
ripensando in quali strade
ho avuto il vento contro,
nascosti dalla luce
mentre nasce il giorno
rinchiuso dentro un orizzonte
aspettando il tramonto;
ma quando il sonno finirà
che cosa resterà di noi
immagini nella memoria
di una giornata mai vissuta.

Nuovole non sono più
nel cielo sopra noi
attimi di sogni rimandati
al domani mai
noi non siamo andati altrove
al di là dei giorni
e nulla più rimane oltre
il cielo che sovrasta
i nostri sogni


______
 

 

 

 


 

 


<< su
 

 


 

 

 

 

  Non aspettarmi
di di ninfafedele1


non aspettarmi questa sera
ho voglia di cambiare abito

non cercarmi domani
ho desiderio di un giorno nuovo

non aspettarmi in futuro
la vita deve darmi ancora il sole

ma mentre il giorno si fa vecchio....
rimetto l'abito che avevo

ripenso al giorno che è passato
e accendo il sole che sta in me

eccomi se vuoi...
ho messo l'abito di sempre

sfiorami se sai
il giorno vecchio si è riacceso

prendimi se puoi...
il sole brucia dentro me


______

 

 

 

 


 

 


<< su
 

 


 

 

 

 

    Pura sinfonia
di fiordineve


La pura sinfonia ascoltala ora,
non suona sempre.

Lo senti il mormorìo del ruscello?
Le sue acque limpide
cullano i massi levigati
dalle mille volte che l'acqua li bagna.
Senti la brezza carezzevole,
sul tuo viso bagnato
da un dolore mai sopito?

Cammina a piedi nudi,
sulla terra appena arata,
ti trasmetterà vibrazioni
così intense
che piangerai di gioia.

La canzone che canta
il sole quando si sveglia
ed abbraccia tutto il mondo
col suo calore;
la luna e le stelle lo accompagnano
e sono inni alla vita.
Il suono impetuoso del vento
che spazza e allontana le nubi
dal tuo domani.

La ninna nanna che
una madre intona al suo bambino;
le parole d'amore
che gli innamorati si scambiano;
l'incessante cinguettìo
degli uccellini festosi
che cantano tra loro.

Le foglie danzanti
che cadono sul suolo,
brullo, colorandolo,
inseguono una musica.

Questa è la pura sinfonia,
la puoi ascoltare,
stando in silenzio
e vivendo ogni giorno
come fosse l'ultimo.
 

 

 

 

 


 

 


 

 


 

 

 

 

    Silenziosamente s'insinuano ricordi
di  Deb


Silenziosamente insinuano ricordi
mai dimenticati profumi nell'aria
il tuo corpo alla portata delle mie mani
mentre i nostri sguardi perduti
immersi in sublimi dialoghi
nutrono anima, corpo e mente
esistenza sensuale affianca a quella esistenziale
il tempo sembra si sia fermato
mentre le tue braccia
lungo il cammino su sentieri incerti
con fare protettivo e senza costrizione
tendono una mano sui ponti pericolanti
fanno breccia attraverso spinosa sterpaglia
e mani sapienti asciugano lacrime
come balsamo miracoloso sulle ferrite
profumi di un tempo nell'aria
...
così come oggi… tu e io… Noi.

 

 

 

 


 

 


<< su
 

 


 

 

 

 

 S'intinge
di Cobite


S'intinge in caldi colori il mattino
e pennella di rosso quel cielo
che scivola sulla brina dei coppi.

Tintinna lento pensiero
che muta tinte visioni
in corazza di sogno...

per affrontare il giorno.


______
 

 

 

 


 

 


 su
 

 


 

 

 

 

  Stella Polare
di  filodiseta


Su una zattera solitaria,
navigo sconosciute rotte,
assetata e bruciata
dal sapore del sale,
sfinita e accecata
dalla forza del sole.

Pesco immagini
esaurite e piatte,
dal cristallo dei miei occhi,
e bevo lacrime
che lente scorrono
sulle mie labbra.

Seguo la mutevole luce,
sul tondo orizzonte:
dorata all’aurora,
trascinata da cavalli alati,
sulla scia del tramonto.

Corrono ruote di luna,
sull’acqua e schizzano
fresche gocce su di me,
navigante smarrito,
sul cammino delle stelle,
vigili condottiere
di un infinito viaggio.

Tu, zattera amica,
culla il mio peso,
sulla morbida quiete,
o tra venti e tempeste
di interminabili notti,
su increspature
di vibrato suono,
di ignoto colore.

Stella polare,
specchio complice
del mio sguardo,
chiudi le mie palpebre
e mostrami in sogno
le tue lingue di fuoco
spegnersi,
nell’immenso segreto
del mio mare.

 

______
 

 

 

 


 

 


 su
 

 


 

 

 

 

  Vecchio
di grisby60.


Chiusa nell’ombra
di idee rafferme,
fatiscenti siti
di fabbriche abbandonate,
hai la mente
vecchio di giovani anni.

Frasi che hanno sapore
di vino fatto aceto,
di scorie d’atomo.

Abiti d’euro ricolmi,
di tasche vuote da pensieri
e ideali a scarpe raffinate.

Passi accanto sparlottando
e l’odor di lapide sfuma
dai capelli ben curati.

Non ti basta il tutto
e corri inutile sul nuovo
ignorando l’altrui bisogni.

Hai chiusa nel vuoto
la mente
vecchio di giovani anni.
 

______
 

 

 

 


 

 


 su
 

 


 

 

     

 


 

 


Home


 



 

Conteggio dal 14 ottobre 2004




<< Home