Poesie, racconti, riflessioni, favole, lettere, dediche... in forum    

Scrivi a fioridipensiero

 

Pubblicazione di scrittori dilettanti in forum





 
  









 
 










 

 
  © E' vietato copiare qualsiasi cosa senza l'autorizzazione dell'autore    

Webmaster Cobite 

 

 

 

 
 

 

 


 

 

 

 

Poesie in pergamena

Pergamena gennaio 2007
Poesie scelte dal forum Fiori di pensiero


 

 

Alma  di yile
Cammina con me! di mara48
Crepuscolo di Nichilista errante
Dedica di Lupesciolo
Frammenti di elfo nero
Il cassonetto di filodiseta
La brina di lucimaest
L'orto di mio padre di pennabianca1957
Medaglia al valore di .poe.
Mi sono innamorato di merlino47
Nel tuo sentiero di Geneshys
Oro su verde  di Fiordineve
Suicidio di gioia&dolore
Terrazze di luce di iduegabbiani
Un istante  di tyt@
Una volta era amicizia di Lorymcneel
 

 

 

 


 

 

<< su  
<< Home

 
 

 

 

 


 

 

 


 

Poesie in pergamena è una scelta redazionale tra le poesie
inserite in forum Fiori di Pensiero di trimestre in trimestre.

Pergamene precedenti


 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

<< su
<< Home

 
           
           


 

 


 

 

 

 

    Alma
di yile  


Qualcosa di antico è il mio sogno,
che dorme nel guscio di un bacio,
di fioca matita è il disegno
di soffio divino, la voce.

è un male che trema d’amore…
che ama restare da solo,
è un bene che stringe il respiro,
dolore legato ad un filo.

Qualcosa di caro è il mio dire
che a te si rivolge in preghiera
qualcosa che non sa morire
qualcosa che non sa tacere.

Ascoltami, tu che verrai...
se questa è l’ultima frase
prima che parli il silenzio...

“ti amo e non resisterai.”
 
 

 

 

 

 


 

 


< su

 

 


 

 

 

 

 Cammina con me!
di  mara48


Frugare nelle cose del passato,
nell'armadio dei ricordi,
ti fa rivivere giorni, ore,
momenti di fervide lusinghe.
Cammina con me, mano nella mano,
stammi vicino e segui i miei passi,
ricordi quando eravamo giovani?...
vivevamo per lo stesso sogno,
per la stessa avventura,
che splendida partita abbiamo fatto vero?...
e abbiamo quasi sempre vinto!...
Ha vinto l'amore, quella forza ricca
che ti aiuta a volare
ed entrare nel cuore.
Cammina con me, mano nella mano,
fammi ancora compagnia e se puoi,
fammi ancora sognare! 


______
 

 

 

 


 

 


<< su
 

 


 

 

 

 

Crepuscolo
di  Nichilista errante


S’estende il crepuscolo nel cuore
fino ad inumidire le ciglia
in cristalli di sale
piega a lato il respiro
il soffio di nostalgia
che lo spirito afferra
lì dove il confine della parola
diluisce in lacrime;

ed oltre le spigolatrici raccolgono
i canti del mattino
ne fanno un fascio che brucia
al calar del sole, quando i raggi
sono chicchi di grano
spazzati dal vento.

Fra i pioppi s’attorcigliano le fronde
s’abbracciano scaldando la sera
col fruscio insonne delle foglie
dita che s’aggrappano al ramo
succhiandone la linfa

in solitudine levigo parole
come tavole intagliate nel silenzio
la voce me l’ha rubata la tramontana
per disperderla fra neon assonnati
e strade infreddolite dal passo affrettato
della vita a fine turno.
 
 
_____

 

 

 

 


 

 


<< su
 

 


 

 

 

 

  Dedica
di Lupesciolo


Ti ho vissuta
tra due ombre di sogno :
Carne
bruciasti il sangue !
Spirito
inondasti il cuore !
Ora ti vivo
nel sonno di due ombre:
Mano nella mano
al calar di candela.


 

 

 

 


 

 


<< su
 

 


 

 

 

 

  Frammenti
di elfo nero


Quando il giorno muore in me
ed ogni fiore è un rimpianto
figure si colorano
con i riflessi del tramonto.
Domani imparerò a volare
lontano dai pensieri oscuri
sognando di morire solo
fra gli alberi delle foreste.
Nelle piogge di novembre
ho perduto il mio colore
prigioniero del ricordo
come un vento immobile.
Ti ho già incontrato altre volte
su strade che non ho percorso
sognando di morire solo
versando lacrime nel fuoco

Conoscerai
frammenti di me
non sarò mai
così per sempre,
conoscerai
frammenti di me
la notte non è
così distante

Forse non è la verità
che si riflette dai miei occhi
immagini che si dissolvono
avvolte dalle nebbie.
Esistenze statiche
come ghiaccio nello specchio
sognando di morire solo
su navi in fiamme verso il sole.
Come un poeta sconosciuto
nell'autunno gelido
riporta tutti suoi rimpianti
su foglie di cristallo.
E mentre il giorno muore in me
mi accorgo che non è più tempo
sognando di rinascere
la dove non è mai estate

Conoscerai
frammenti di me
non sarò mai
così per sempre,
conoscerai
frammenti di me
la notte non è
così distante 
 


______

 

 

 

 


 

 


<< su
 

 


 

 

 

 

  Il cassonetto 
di filodiseta
 

- ti fa tornar bambino il cassonetto-

con fattorie di lego e playmobil
libri di scuola e i compiti già fatti
su quaderni buttati per disprezzo
da chi vuole privarsi dei ricordi


- ti mette su la casa il cassonetto

lì troverai il tuo pranzo, ogni giorno
se sarai primo sui gatti del porto

il quotidiano ti darà notizie
fradice di liquami vegetali

cappotti vestirai senza bottoni
e le scarpe dal numero abbondante

avrai un armadietto ad ante rotte
e anche un frigo senza serpentina
un fornello con le piastre ruggini
ed un vaso da notte incontinente


- ti mette su famiglia il cassonetto-

ti sentirai all’alba fortunato
cercando fondi di gin o caffè
e le bucce d’arancia a colazione

se udirai uscire da una busta
in bilico sull’orlo del cassone
il rantolo di un bimbo quasi morto
 


______
 

 

 

 


 

 


<< su
 

 


 

 

 

 

  La brina 
di lucimaest


La brina,
si stende come candido velo da sposa
attende ansiosa l'inverno,
e padre freddo
annuncia il loro matrimonio...
noi davanti al camino

bruceremo... la nostra notte. 
 

______

 

 

 

 


 

 


<< su
 

 


 

 

 

 

 L'orto di mio padre
di pennabianca1957


Ora è tutto fermo

e quel che muove
è solo qualche foglia
di vitigno addormentato
quando passa il vento a salutare.

Le voglie dei colori
rosso pomodoro
riposano tra vecchi angoli di terra
come i piccoli sentieri
immobili dall'ultima carezza
e da un po’ di notti
scordati nella pioggia.


L’orto dei pensieri di mio padre
è un posto di emozioni rallentate
un lascito dell'anima
che si allunga verso sera
col tempo lento delle semine deposte

in fondo al cuore.


______
 

 

 

 


 

 


 su
 

 


 

 

 

 

  Medaglia al valore
di .poe.


voglio la medaglia al valore...
voglio la medaglia al dolore
all'ex rancore
al disonore
al miglior amore
che c'è e non c'è per te
che hai rubato tutto
e mi hanno messo sta medaglia..
pungente e brillante
na patacca pare...
ma brilla
ma brilla
che attira i perchè
i dove è
i non ci sei
e i perchè dovrei...
dovrei ricordarti
pensarti
addolorarmi come prima
meno e di più
del come non sei tu...
ma ho la medaglia al dolore
del valore
della tua scomparsa
da questa vita
mia e non più tua...  
 
 
______
 

 

 

 


 

 


<< su
 

 


 

 

 

 

    Mi sono innamorato
di  merlino47


Mi sono innamorato
perché doveva essere, perché ci è consentito,
perché l’amore è in noi, perché è già stabilito,
perché quando precipita, affonda e torna su,
perché si sveglia all’alba e non riposa più.

Perché non ha lancette, e non conosce l’ora,
perché non ha paese, perché non ha dimora,
perché è cielo palpabile o vuoto interstellare,
perché dà senso al senso, perché ci fa sognare.

Perché non ha vangeli, non ha nessun teorema,
perché non ha giudizi e supera ogni schema,
perché l’amore arriva, così, senza un perché,
perché l’amore è vita, perché l’amore: è.

Mi sono innamorato
di tutto e del parziale, del certo e dell’incerto,
del giorno, della notte, del lieto e del sofferto,
delle stagioni tutte, del vento, della brezza,
del fulmine, del tuono, del taglio e la carezza.

Dell’acqua, della fiamma, di scogli e della sabbia
del volo senza fine, e di un uccello in gabbia,
del vivere completo con tutto ciò che tiene
persino della morte, se toglie dalle pene.

Del chiasso, del silenzio, del pianto e del sorriso,
del fiore che germoglia di un gambo che è reciso,
del ricco nello spirito, della sua sobrietà,
di chi non ha misura, della mia povertà .

Mi sono innamorato
di tutti e di nessuno, di te, più di me stesso,
del nostro essere veri, ed anche del riflesso,
di noi saldi nel bene, compatti nel dolore,
di noi già separati, di noi senza più amore.

 
 

 

 

 


 

 


<< su
 

 


 

 

 

 

Tuo sentiero
di Geneshys


Ho solcato il segreto della
Tua parola,
stremato ho arato il pensiero della memoria
librati sogni e ondeggiamenti del cuore

è sterile la meditazione quando rifiuti
di seguire le sbavature dell’anima,
recinti di saggezza non potrai
oltrepassare se non sveli in te il segreto
di Dio…

Ti ho visto seduto sulla cima del tempio
il Tuo sguardo, baldacchino per il cuore dell’uomo,
fissava il risveglio di un nuovo giorno,

errante andai per spazi immensi
ricucivo parole che la brezza del tempo
aveva invano allontanato dal pensiero,
accumulai conoscenza senza coscienza
ed infine mi ritrovai a banchettare con una sorte avversa….

Adesso comprendo l’umana debolezza
che fiera tradisce l’esperienza di Dio…

è vicino il tramonto,
annego nel rossore del cielo
e l’eco del soffio del mare mi accompagna
nel Suo sentiero…

la Verità sceglie dell’uomo
l’umiltà del cuore…
 

______
 

 

 

 


 

 


 su
 

 


 

 

 

 

  Oro su verde
di  fiordineve


Un grigiore uniforme,
rare gocce di nebbia
calano ad oscurare
quel temerario sole
color limone
che si fa spazio nel cielo:
inutile e non gradito.

La mia pozza di luce
sta nel giardino,
dove le dorate foglie,
cadute delle betulle,
macchiano il tappeto
dell'erba verde
illuminando il mio giorno.

 
______
 

 

 

 


 

 


 su
 

 


 

 

 

 

 Suicidio
di gioiaedolore


Braccia aperte
mani incollate sugli intrecciati cordoni
io guardo giu'
penso il suicidio,tanto
che ho da perdere,
se non la vita in morte!

il mio scrivere è malato
rannicchiato nella pagine, piange..
un mezzo poeta,
nella notte rumorosa,
fuori lei mi attende
una ragazza nuova
è venuta a portare la speranza.

La vendetta piange perchè non vuoi morire..
passano troppi ricordi ingordi e spesso fanno male
ogni centimetro del cielo ogni granello di sabbia,
il tuo nome scuote
a volte rimango preso fra le spine del tuo Amore.
 

______
 

 

 

 


 

 


 su
 

 


 

 

 

 

 Terrazze di luce
di  iduegabbiani


E senti forte il bisogno
di sciogliere legami che offendono
Vuoi salire scale
che portino in alto alla luce
Vuoi tornare ad aprire
finestre tue antiche
su cui regna solitaria la polvere
da troppi anni

Respiro profondo assale
il volersi lasciarsi andare

Opprime la cecità
fa male l’indifferenza
paura l’irresponsabilità
di chi nulla vuole imparare dalla vita

Ti ritrovi ferma ad un bivio
quasi chiusa in una trappola
le cui chiavi cambiano sempre di mano

Doloroso il silenzioso attendere
che qualcuno si svegli
pensando diverso al futuro

Sospesa nel grigio lotti
tra il restare e l’andare

E’ solo un fiore
cresciuto in mezzo al deserto più arido
che ti trattiene
per quel suo non essere ancora
macchia robusta
capace di affrontare
i giorni privi di pioggia
che lo renderebbero solo più esile

Ferma t’osservi
misuri tu le tue forze
conosci il gusto amaro della stanchezza
delle speranze tradite
degli affetti mancati
dei tuoi diritti violati
Alla fine resti al tuo posto
ma decisa adesso
a salire le scale di mezzo
quelle per te dai gradini più bassi
dai larghi tornanti che illuminano
l’infinita bellezza di una natura che ci circonda
nel saper salire in alto
verso terrazze di luce.


______
 

 

 

 


 

 


 su
 

 


 

 

 

 

 Un istante
di tyt@


Per un istante il mio cuore
abbandona il suo ritmo,
i nostri sguardi come
lame lucenti rispecchiano
i nostri animi
ed i pensieri,
che il vento
non ha mai sfiorato;
avvolto nella tua coltre scura
quasi a voler proteggere
i tuoi preziosi ricordi,
ti volti mostrandomi
con rabbia e inquietudine,
una smorfia di sofferenza
ed io ti sorrido,
non posso offrirti altro
se non il ritmo del mio cuore,
che un tempo è stato il tuo.
 


______
 

 

 

 


 

 


 su


 

 


 

 

 

 

 Una volta era amicizia
di Lorymcneel 


Parole come spade:
ora sospese,
ora impugnate.
Tranciano fili a lungo esistiti.

Brivido sottile raggela la schiena.
Tristezza incarta il pensiero.

Giacciono su sabbia nera
frammenti di sentimenti:
un pezzo di stoffa bruna,
una volta era stima.
Un pezzo di stoffa rosa,
una volta era fiducia…

Affetto brucia come cenere antica
vivo ma sepolto e annerito,
nudo e inutile, intero, senza senso.


un pezzo di stoffa chiara,
una volta era amicizia…
 
______
 

 

 

 


 

 


Home


 



 

Conteggio dal 14 ottobre 2004