Poesie, racconti, riflessioni, favole, lettere, dediche... in forum    

Scrivi a fioridipensiero

 

Pubblicazione di scrittori dilettanti in forum





 
  









 
 










 

 
  © E' vietato copiare qualsiasi cosa senza l'autorizzazione dell'autore    

Webmaster Cobite 

 

 

 

 
 

 

 


 

 

 

 

Poesie in pergamena

Pergamena Aprile 2008
Poesie scelte dal forum Fiori di pensiero


 

 

Dedicata a Francesco che ...   di ariele57
E      di sonaglioblu
Fede/bellezza di Nichilista errante
I miei giorni di pinnebentu
I segreti di una donna di iduegabbiani
Libertà  di pennabianca1957
L'ultimo saluto di ili@de
Mauthausen lager di grisby60
Me stesso di Vragor
Nel cuore mi sentirai cantare di frammentodimare
Notte di confine di aise51
Poesia d'amore di fiordineve
Se di un@ltrame
Sempre ti ricorderò di antoniopoeta
Soffio di vento di darky81
Vivere di  Lupesciolo
   
   

 

 

 


 

 

<< su  
<< Home

 
 

 

 

 


 

 

 


 

 

 


 

 

 

 

 

<< su
<< Home

 
           
           


 

 


 

 

 

 

    Dedicata a Francesco che le rincorre...
di  ariele57  


vedete gli occhi che ascoltano
si sgranano come bimbi incantati
al racconto delle alici e di ciò che erano,
delle lampare che scivolano tra le stelle cadute
che lasciarono le sorelle in cielo,
per giochi fatui,  per ingordigia,
a voler essere più belle e grandi ,
a volte ci si rimette.

udite, udite

mentre si cullano le barche
che fan la scia insieme all'onda,

la luna
occhieggia
e forse inneggia
per aver vinto la sua battaglia,

ma è lei
che tante volte si nasconde,
e fa l'offesa,
e non osserva,
e non si mostra.

mentre le lucciole di mare,
malgrado la biblica punizione,
conservano l'istinto di vezzose,
e si danno,
e permettono,
solo per piacere,
a rete andare,
come si vede,
non comandate,
ma sempre offerte.

e luccicano creando un mare d'argento.
rotolando giocose.

ma non si scordano
di essere state scacciate
in un esilio
tra stranieri,
e teneramente
come sorelle lor si riuniscono,
in difesa come una palla.

a chi mi ascolta
vien
la gran voglia di stare a galla,
su quella culla.

e sul nel cielo
sola la paciosa.
lei ci ripensa,
e va sul ciglio,
a tentar
di far meno lucente quello splendore,
a palla piena come il fratello del giorno.

è Francesco
che mi racconta,
di ciò che metto sul taccuino
e sulla penna,
che inventa tutta la vita
nella fatica della giornata,
di poter vincere quella partita

 
 
______

 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

   E
di  sonaglioblu  


Trascino ...
tra le stelle
l'Anima,
mentre la nube del passato,
ridesta stupori nascosti.

Leggo ...
nel buio
i pensieri distillati
nel cerchio distorto
della Vita.

E
girovago a carponi,
tra le pieghe dall'esperienza.
 
 
 
______
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Fede/bellezza
di  Nichilista errante  


Credo nell’architettura del momento
nel reggersi della vita fra colonne
piantate nel fango, che resistono

nonostante le lacrime erodano il terreno
senza radici nel perdono;

credo nelle schegge della croce
nel vuoto ermetico della voce
che rimanda ad echi sepolti nelle grotte

graffiti di una via crucis scritta
col lapis della morte:

credo nel non senso dell’amore
nel suo essere grazia e misericordia
oltre le cose, nel suo asciugare la carne
nel pneuma caduto con la brezza
dell’aurora…

la mia fede è di sangue e legno,
l’ultima misura di una vita
che risplende
come il sole di mezzanotte

fra la vertigine del buio
e la nausea del giorno 
 
 
______

 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    I miei giorni
di  pinnebentu  


Passano,
come cani vestiti da caccia,
come stanze vuote
d’una casa abbandonata,
come un fuoco senza fumo.
sono i miei giorni,
arrivano,
accompagnati da un rumore,
sempre più forte,
un rumore di tamburo,
arrivano alti,magri,
vestiti di bianco,
candelabri d’una funzione ferale.


22 Ottobre 1975

 
 
______
 

 

 

 


 

 

 

< su
 

 


 

 

 

 

    I segreti di una donna
di  iduegabbiani  


I segreti di una donna
sono scatole ad incastro
dove il pensiero affonda le sue radici

Labirinti che attraversano
i passi lievi di un tempo proprio
Restituiscono parte dello stesso andare
Rimpianti e desideri che solo all’anima si rivelano

I segreti di una donna…
Vibrazioni che zittiscono ogni dire

Sensazioni che un sorriso copre
Emozioni che il battito di ciglia fa intuire appena
Silenzi dove ci si può ritrovare ancora

I segreti di una donna?

Lacrime mai nate
Parole mai rivelate
Memorie cucite addosso agli anni.

 
 
______

 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

   Libertà
di  pennabianca1957  


Strati bianchi
attraversati d’ali in cerchio.

L’acqua infiltra tra il colore
levigato in mezzo ai sassi
degnando
del suo docile silenzio
l’aria.

Il rumore
è delle foglie rinsecchite
sbriciolate sotto ai passi
o il buio verticale
evaporato oltre gli argini
con l’alba.

Cielo nell’alto
fra i rami in controluce
nebbia che sfuma
che esclude
che muore nel colore
solo l’acqua e il Po
palpitano il lento
scivolare sotto agli occhi
come un viaggio, un vento
un dono lungo e solitario.


Seduto su me stesso
ascolto la linfa che percorre
tra la schiena e la corteccia
senza un tempo
un’ipotesi di luogo
un dolore oppresso dentro al petto
o un vuoto di pensiero.


Questa libertà
del mio presente
si stende alleggerendo
discernendo parti di polvere
e di luce
si muove sul respiro, s’innalza tra le braccia
spostandosi dal filo delle labbra
al cuore.


Non ho fame sulla lingua
non ho parole strane nella bocca
né sonno da smaltire
non ho confini luridi e spinati
né mani sottomesse alle catene
non ho lamenti ascesi dalle fosse
né polveri di fuoco spinte al cielo.


C’è solo il vento libero del bosco
che trapassa l’orizzonte
la pioggia e il desiderio
che cade alluvionando
la voce breve che promana di pianura
difformando nuvole e visioni

la vita bassa
col suo sale d’ombre sparse in volo

e un sapere
di inestinguibile stupore.
 
 
______

 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    L'ultimo saluto
di  ili@de  


Un ultimo saluto vecchio amico
dentro al silenzio della navata assorta
con i decenni smunti ed imbiancati
nel petto afflitto dalla nuova pena
e le preghiere in coro
assecondate da un organo sfiatato

non troverò mai più quel tuo sorriso
sopra i banconi del mercato vecchio
e non mi narrerai di quel tuo figlio
morto che aveva il sole sullo zenit
o della tua compagna d’ogni tempo
che lo seguì affranta dal dolore
della tua gioventù e dei tuoi sogni
e delle imprese che narravi ad arte.

Ora è il tuo turno vecchio amico mio
e non riesco ad offrirti che il mio pianto
forse ritroverai quel buonumore
che un dì t’era sfuggito fra le dita
voglio lasciarti qui vecchio signore
addormentato col gessato grigio,

sotto al turibolo del monaco officiante. 
 
 
______
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Mauthausen lager
di  grisby60  


Campo di terra smossa
di passi lenti ed anime in pianto
crocevia per un lungo viaggio
tirato a sorte da bestie armate.

Campo di terra scura
pieno del nero di un fumo infame
colato giù da un cielo annebbiato
da ombre di sangue ceduto al fuoco.

Campo di terra fantasma
su cui Caronte non ha avuto approdo
che ad angeli ignari ha dato morte
ed ai sopravvissuti incubi a notte.

Campo di terra serrata
da filo spinato a fermar memoria. 
 
 
 
______

 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Me stesso
di  Vragor  


Mano che getta inchiostro
Candido foglio ormai non tale
Il dritto sembra storto
Il divino divien mortale

Maestro d’illusioni
Giocoliere di sentimenti
Imprime ricordi, sigilla emozioni
Rende piacere, sopporta dolori

Non sono chi pensate
Sono quello che volete
Incido per altri
Uccido me stesso

Sono forse poeta?
Sono innamorato. 
 
 
______
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Nel cuore mi sentirai cantare
di  frammentodimare 


Ti lascio
Questo specchio assorto
A fissare la mia immagine
Ma il suo cuore ha un battito ingannevole


Continuo a volare
In questo cielo senza zucchero
Con semplici mosse


Se un giorno dovessi morire
Tu troverai la forza
Seppure sperduta su mari profondi
Di vedere attraverso le lacrime
Sospese a un palpito
Il passare di navi lontane


Io
Continuo a volare
In questo cielo senza zucchero
Con semplici mosse
Mia bellissima e graziosa
Ostinata scintilla
Nel cuore
Mi sentirai cantare
Le tue meraviglie


(dedicata a mia figlia )
 
 
______

 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Notte di confine
di  aise51  


Superba

in questa notte di confine
l'anima mia s'incontra con la luna,

vita divina soffia sulla vita
che illuminata nel chiarore canta.

Solo un fruscio,
come un vociar di stelle

separa gli occhi miei
da ogni dolore.
 
 
 
______
 

 

 

 


 

 


< su

 

 


 

 

 

 

    Poesia d'amore
di  fiordineve  


Come la nebbia diafana
che si posa leggera
sui prati verdi
in una sera d'agosto
così io sarò,
impalpabile essere
che tracima amore,
ogni tuo poro inonderò
di languidi baci
di perverse carezze
mai sazia del tuo respiro
che si confonde sul mio.

Viaggeremo sulla scia
delle stelle cadenti
che, stanotte, vedranno
appagarsi due corpi
fusi in un'unica
armonia di anime.
Non ti dimentico
non ti lascio
vivrò in te
e ad ogni refolo di vento
sentirai il mio profumo
e sarò assieme a te
perché la tua assenza mi manca
pure se ci sei
perché se mi guardi negli occhi
non mi potrai scaldare le spalle.

Ogni attimo che vivo
è dedicato a te
mi manchi se ti addormenti
e non mi vedi nei tuoi sogni
allora stringimi forte
sì che possa entrare
anche nella tua mente.
 
 
 
 
______
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Se
di  un@ltrame  


Se questa sera scrivessi
le parole sarebbero umide.

Parlerei del seme sterile
che ho raccolto piangendo
e dell'ultimo sguardo caduto
su ragnatele ostentate,
manifesto della mia differenza.

Se questa notte scrivessi
le parole sarebbero già state dette.

Scaverò una tana per ritrovarle
quando sarà asciugato il sudore.

 
 
______
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Sempre ti ricorderò
di  antoniopoeta  


Il pensiero rincorre le parole
nuota nel pianto dell’inverno
mentre disperde in mille fiumi
le poche gioie e i molti dolori
di questo tempo maledetto
sempre più freddo…

Lampi attraversano la mente,
violenti schiaffi alla memoria
riportano il ghiaccio
in quei pochi attimi parlanti
ricordi sverniciati col rasoio
sulla lamiera arrugginita…

Stridono le voci, ora le spicciole
“saggezze” s’ergono a baluardo
fallato, “scarrupato” e decadente
per far ciò che mai o mal fu fatto
e mettono di nuovo Cristo in croce
“’ncopp’ ‘a munnezza che uccide”…

Napoli terra mia lontana cerca
‘a forza d’ ‘a sapienza antica,
guarda in faccia ‘sta schifezza
e risorgi tu nu’ può murì, ‘o ‘ssaje,
tu sì ìa storia d’’o munno…

…e ‘o munno ha condannato già
chi e te non ha tenuto umanità…
 
 
______

 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Soffio di vento
di  darky81


Senti di lontano quel soffio,
brezza leggera
che t’accarezza il cuore
nel profumo
di mille notti
che uguali scorrono.
Ascolta del vento la voce,
dolcemente ammaliante
nel suo ripetersi
quasi ossessivo.
Percepisci l’inconsistenza,
mutevolmente lieve
dell’aria,
tocco fantasma
di una mano invisibile.
Lasciati trasportare,
preda delle sensazioni,
fino al labirinto
della tua anima. 
 
 
______
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Vivere
di  Lupesciolo  


E' sghemba la postura
dei miei riflessi;
endemica l'esalazione
della cripta dei ricordi...

uscire vorrei
dall'alveo della vita
e regredire
ad ombra di meriggio
che langue nella noia.

Pesa la nebbia
sul dorso delle mani
unite a cappella
e il dubbio è piaga
che muore
con l'ultimo respiro. 
 
 
______
 

 

 

 


 

 


< su

Home



 



 

Conteggio dal 14 ottobre 2004