Poesie, racconti, riflessioni, favole, lettere, dediche... in forum    

 

 

Pubblicazione di scrittori dilettanti in forum





 
  









 
 










 

 
  © E' vietato copiare qualsiasi cosa senza l'autorizzazione dell'autore    

Webmaster Cobite 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

Poesie in pergamena

Pergamena Gennaio 2009
Poesie scelte dal forum Fiori di pensiero


 

 

Addio giovinezza   di ninfafedele1
Aspettavo novembre di Cobite
Autrice di silenzi di ~ Shilke
Camera d' impiccato di Nichilista errante
Con te di pensoescrivo
Conchiglie dimenticate di frammentodimare
Dove migrano le rondini di Raggio di Sole21.
Ed è... fremito di ventre di  giangi53
Novembre di sognodiluce
Piccolo eroe di FiorediRen90
Primigenia armonia di  Syria 80
Seta  di Lupesciolo
Sogno di Sow' en di elfo nero
Sottile pioggia vespertina di  -chiaraluna-
Ti voglio di ariele57
Una volta era Natale di veronicasn
United colors di fiordineve
   
   

 

 

 


 

 

<< su  
<< Home

 
 

 

 

 


 

 

 


 

 

 


 

 

 

 

 

<< su
<< Home

 
           
           


 

 


 

 

 

 

    Addio giovinezza
di  ninfafedele1 


Stasera ti ho vista passare
vestita di un abito bianco

lo sguardo rivolto alla vita
la bocca atteggiata al sorriso

Addio giovinezza

portavi nel cuore speranze
Avevi nei sogni illusioni

Andavi con passo deciso
nel lungo percorso scosceso

Le gambe leggere di giovane donna
ti hanno portata già molto lontana da me

Ed ora ti guardo
vestita di bianco
lontana e sfuocata

nel breve ricordo che resta di te.


 
______

 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

   Aspettavo novembre
di  Cobite  


Aspettavo novembre
per misurarmi con il freddo
per rubare il sole alla foglia
per sentire il brivido della sera

e tornare davanti al caminetto
a sognarti guardando un ceppo
diventare brace e fiamma
e saperti libera dalla tormenta

Così non è stata la Sua volontà.

Per altri autunni ed inverni
sempre sola combatterai
quel maledetto mostro

Ma tu lo senti che
ogni fibra di vento,
ogni raggio di sole,
ogni sguardo di luna,
ogni pianto di cielo,
ogni petalo di fiore,
con me t’aspettano
rinnovata gemma
a primavera.
 
 

______
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Autrice di silenzi
di  ~ Shilke    


Lei è
Quel rosso sulle labbra
che non puoi avere. . .
Un profumo di nebbia. . .
Una parola d’amore spezzata.
E’ l’autrice d’ogni tuo silenzio,
filatrice di deboli dolori
incisi in un cuore di cartapesta.   
 
 
______

 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

   Camera d'impiccato
di Nichilista errante
 

Ti racconto fra le fessure della persiana

la luce incerta che trema a contatto
con le tue cose, come fosse peste
questo bicchiere mezzo vuoto
in bilico sulla tavola

e le posate sporche per l’ultima cena
che ancora si compiacciono
dell’indugiare della luce sullo smalto

mentre il rubinetto non smette di battere il tempo
con le gocce che ticchettano
nella ruggine dell’acquaio

e l’orologio fermo
che tutto avvolge
nella sua mezzanotte

.
solo in un angolo
la madonna
sembra che reclini
il capo sul suo bambino. 
 
 
 
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

   Con te
di  pensoescrivo  


Io ti lascio l'eco del mio canto
e questa musica
che mi nasce dentro.
Ti lascio le parole ricalcate
nel bene che ti voglio
e plasmate
nel desiderio di essere in te.
Ti lascio le mie lacrime
dove nuotano i ricordi,
i sospiri, i sogni.
E ti lascio l'ansia di quest'addio
che mi stacca
il corpo dall'anima.
Ed io vivrò come sdoppiata,
perché altrove
porterò il mio corpo,
ma con te
resterà la mia anima.
 
 
______

 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Conchiglie dimenticate
di frammentodimare   


Troppe volte
tra rifiuti ed inganni
sono stato venduto
sopra il banco delle favole

fra le conchiglie dimenticate

tutti i giorni
alzo lo sguardo al cielo
vuoto e muto

urlo
contro il mio destino
che gode

nel rubarmi il cuore.
 
 
______

 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

   Dove migrano le rondini
di  Raggio di Sole21.  


Sono
sguardi d'animo
nel sorriso della sera
scintille di luce
in lucide polle

Danzano
lembi di parola
immersi
nei sogni più lievi
inseguendo emozioni


S' annega
vaga fantasia
tra versi perduti
e risorge.

Vola lontano
dove migrano le rondini
 
 
______
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Ed è... fremito di ventre*
di  giangi53


E vidi in un campo di grano,
comparso nel sogno, un bambino,
passare le mani a sfiorare le spighe
a sentire il brivido caldo del sole
e la gioia che esplode.

Ogni cosa scompare
e l’armonia a fil d’orizzonte
si distende anche oltre.

E’ fremito che parte dal ventre
prende tutte le fibre
e s’avverte un’onda profonda
che sale, sommerge, avvolge
e nello stupore il sospiro sorprende.

Quel campo di grano ti cinge
ed è un inno del pane
del fuoco e di mense imbandite
che dice del bene del vivere insieme

…e quel bambino
stringendo nel pugno i semi di grano
non aveva capito
ma aveva provato che quello era tutto.

Non aveva bisogno di alcuna parola,
voleva soltanto continuare a sentire
nel sommovimento la pienezza del mondo. 
 
 
______

*Questa poesia ha ricevuto il primo premio al concorso indetto da LA NUOVA MUSA . La premiazione è avvenuta ad APRILIA il 7/12/2008

 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Novembre
di  sognodiluce

Novembre
quanti rami nudi...ormai

Novembre
mese dell'assenza
e forse tra i gelidi soffi del vento
qualche parola tenera
accesa di silenzio...

Novembre
profumo di castagne
e di terra bagnata

Dopo....

La quiete assoluta
afferrando nostalgie tra le dita...
a farsi aldilà del crepuscolo
tra il sole e la luna
- un palpito rosso-
l'ultimo del giorno nella casa del cielo...

Col buio a prender forma
bruciando incenso su un 'altare
nell'eterno ciclo
che fa muover l'universo...

Fra un sospiro di brezza
e il mormorio dell'erba...

Poi ancora petali
che il tempo estrae dal canestro
con dentro la vita e la morte
a segnare destini e stagioni


Dove niente ha importanza
mentre le stelle
si destan tremule e la luna piange.
sotto al nero velluto steso della notte


Novembre
e tutto si smorza
fra i viali deserti


sui passi di ore che corrano via.


______
Carolina Parrilla
.
 
 
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

   Piccolo eroe
di  FiorediRen90   


Ci saranno giorni difficili
Ma per te vincerò
tutte le battaglie del mondo
E riempirò il vuoto con l'amore

Io ho scelto te
che sei il mio piccolo eroe.

Ci saranno altre notti buie e cupe
Ma per te sarò il faro d'Oriente
che illumina il più cupo dei mari
Ci saranno distanze senza colore
ma per te dipingerò un nuovo tramonto
Da contemplare insieme

E se il tempo veloce ti farà male
Io cercherò di fermarlo
E ti abbraccerò in un istante infinito
E se ti ferirai ancora
Io sarò sempre con te per curarti

Io te lo posso giurare..
Perché ho scelto te
che sei il mio piccolo eroe.

 
______
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Primigenia armonia
di   Syria 80   


E anche questa notte

sedendo e rimembrando

conduco i passi del mio vagare

tra impervi sentieri e verdeggianti radure.



Suoni misteriosi sussurrano

di una primigenia armonia.

Inesplorati boschi odorosi

racchiudono segreti mai svelati



e vegliano filtrando

i raggi di luna,custode

altera di femminea bellezza.



Incomparabile splendore

giammai notai,riscoprendomi

parte di un infinito universo.

 
 
______

 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Seta
di  Lupesciolo 


Sospeso nel mio letto di buio
vivo di presenze che non danno risposte
e di evanescenti assenze, impercettibili rumori...
...balbuzie d'immagini
all'urlo di specchio frantumato.

Ignota malinconia
che la notte partorisce e movimenta,
sei radice abbarbicata nel vuoto della memoria.

S'incontreranno le due solitudini
e si riconosceranno :

per il primo vagito, grido di rabbia
e per l'ultimo respiro ghiacciato d'aria
nel mezzo
tessuto di seta privo d'impronta.


______

03 dicembre 2008


Catrini
 
 
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Sogno di Sow' en
di   elfo nero 


Ho atteso la mia strega dentro il bosco
fantasmi incatenati al nostro sogno
segreti condivisi di nascosto
la luce profana il tempio dell'oscuro regno;
ho subito il tuo incantesimo d'autunno
la notte ha il sapore della pioggia
camminando fra le rose dell'inganno
attraverso la tua voce al di là dell'oggi

ed io ti avrei accolto
nelle nebbie di novembre
ti avrei offerto alloggio
alla locanda del vecchio druido,
ed io ti avrei abbracciato
sotto le stelle della resa
sognando dei tuoi capelli
con le antenne delle fate

"Dimmi che nulla è perso, ci sarà un domani
tra i profumi dell'eterna giovinezza
dimmi che mi sogni ancora ad ogni nuova luna
sarà un ottobre spento senza Samhain"

La sera così lunga e buia
e tu disperata e sola
tra lacrime e sospiri di noia
cerchi la voce che ti consola;
poeti improvvisati
posano fiori sulle tombe vuote
parole e petali strappati
ad una vita sconosciuta

ed io ti avrei dipinta
con l'inchiostro della notte
ti avrei reso la gioia
dei giorni dell'attesa,
ricordandomi com'ero
e di come ti ho sognato
sotto un letto di foglie morte
come due vampiri estinti  

 
______
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Sottile pioggia vespertina
di  -chiaraluna-  


In questo angolo Parco Via dei Mille
oggi non voglio propormi riflessioni...
guardo l'infinito che frange e si rispecchia
laddove non arriva il pensiero, oltre quel muro
azzurro, dove nessun marinaio abbia mai navigato.

E' un respirare l'anima del silenzio
che questi colori autunnali emanano
nel volo dei passeri che in questa atmosfera
vespertina tornano al nido come i passi che
scricchiolano le prime foglie manto per
il viale incrocio degli ultimi riflessi.

E' l'ora ti tornare, le braccia slacciano
le gambe abbracciate e si allontanano
da questa sottile pioggia d'emozioni..
 
 
______
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Ti voglio
di  ariele57   


sui fogli bianchi
appendo
i desideri intensi
tu spruzza
polvere magica
su miseri versi
intingi il dito
nel mio sangue.
divengo con te al fianco
vulcano di parole ,
sarò per aria cenere, lapilli,
scintille che lacerino abiti.
marchiami l'anima a fuoco
come seconda pelle
ti voglio,
tu estrema grazia
mia poesia.


______
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Una volta era Natale
di  veronicasn 


Una volta era Natale
con tutta la famiglia intorno
col calore rosso amore
con i pacchi sotto l'albero
più bello ogni anno
con le palline nuove

con le cene che duravano ore
e la messa di mezzanotte
le poesie di mio padre
e la commozione negli occhi
la gioia dei piccoli a scartare giocattoli
e i sorrisi delle nonne

il fuoco del camino
che illuminava la stanza
mentre si sgranocchiavano noci e mandorle
buttando le bucce nel fuoco
e le canzoni di natale suonate al piano
e cantate in coro aspettando il bambinello

Adesso sono andati via tutti
e siamo soli io e te
sarà un nuovo Natale
che dovremo riempire di noi
con la forza del nostro amore

Abbracciami forte e sorreggimi
davanti questo albero meraviglioso
che hai preparato per me
due soli pacchi sotto
con la carta rosso amore
e un fiocco d'oro

Chiudo gli occhi per un istante
voglio rivederli tutti intorno a me
perché sia ancora Natale. 



______
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    United colors
di  fiordineve   


Verrà il giorno in cui ci terremo
per mano
il mio sguardo azzurro
incrocerà il tuo
nero come carbone
le mie mani pallide
si uniranno alle tue scure
dopo secoli di sole
e di umiliazioni,
accosterò il capo biondo
ai tuoi capelli ricci
appoggerò sul tuo petto
la mia guancia
e mi sentirò sicura
perché dal tuo petto
di un colore diverso
batterà all'unisono un cuore
uguale al mio.
 

______
 

 

 

 


 

 


 


< su
 

Home



 



 

Conteggio dal 14 ottobre 2004