Poesie, racconti, riflessioni, favole, lettere, dediche... in forum    

 

 

Pubblicazione di scrittori dilettanti in forum





 
  









 
 










 

 
  © E' vietato copiare qualsiasi cosa senza l'autorizzazione dell'autore    

Webmaster Cobite 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

Poesie in pergamena

Pergamena Luglio 2009
Poesie scelte dal forum Fiori di pensiero


 

 

Amo   di Raggio di Sole21.
Canto di una notte di Celestia58
Il camino di LiamL
Il tempo della stagione di telloli
La Bestia di ~ Shilke
La Camera Silenziosa di elfo nero
La canzone dei sogni di Camilloextrema
La Poesia da Cercare di  Poeta Notturno
Le stelle hanno gli occhi azzurri questa notte di -chiaraluna–
Madre di Nichilista errante
Nel fiore della solitudine di  dolceglicine
Notturno di  F.40
Occhio di luna di  Versolibero
Os meu Fado di  lazharus
Semina nel vento di  grisby60
Tre quarti di luna di  EnricoA89
Un istante di  Sick Man
Volare con te di  ninfafedele1
Tramontare di  cabal22

 

 

 


 

 

<< su  
<< Home

 
 

 

 

 


 

 

 


 

 

 


 

 

 

 

 

<< su
<< Home

 
           
           


 

 


 

 

 

 

    Amo
di  Raggio di Sole21. 


Amo i prati bagnati,
le zolle appagate
dall'estasi della tormenta

Vesto il profumo di rare gocce
e il pianto di illusioni
pennellato nella cenere

Nessuna speranza,
nessuna certezza

è solo la verità dell'attimo


 
______

 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

   Canto di una notte
di  Celestia58  


Questa notte i sogni
restano chiusi nelle osterie
senza musica
Canto
per chi non ha voce
e non sa dare un nome al proprio figlio
per chi non sogna di volare
per chi non mi ama

Questa notte i sogni
restano chiusi nelle prigioni
senza luce
Canto
per chi non invoca la giustizia umana
e non cerca cavilli per mentire meglio
per chi soffre in silenzio
per chi non vuole e non può
chiedere più di un obolo

Questa notte i sogni
diverranno incubi
Fiabe del secolare imbroglio
antiche promesse mai mantenute
svaniscono come neve
sabbia del deserto che nessuno vuole
vuote clessidre per noi
Le stelle non vedono il mio viso
non conto le ore
La luna tace
nessuna Voce nella notte muta
 
 
 
______
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Il camino
di  LiamL    


Pentagramma spettrale,
ho scritto musica
nelle tue pagine ingrate:
teatrale ironia,
nessuno strumento
suonerà l'anima mia.

Sui fogli bruciano
le note amate,
tra crepitii e lamenti,
le ascolto
d'ardente legna
intonate.   
 
 
______

 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

   Il tempo della stagione
di  telloli   


Un fiore si è svegliato ed
ha aperto i suoi petali in presenza
di un sole acceso d' autunno!

La primavera che abdica nel mio cuore
sta iniziando a tingersi di giallo...
gli occhi dell' amore iniziano a sentirsi
stanchi, pesanti e...
a volersi chiudere
almeno il tempo di un attimo
il tempo di una stagione! 
 
 
______

 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    La Bestia
di ~ Shilke   


Sorride di sbieco
la bestia
nel tuo sguardo
candido,
intimorito da un male
innocente.

Vanti
un’arrogante eleganza
di baci proibiti
e verità costruite.

Così quando ti penti
è’ il tuo specchio
a piangere
con il cuore
di Narciso
 
 
______

 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

   La Camera Silenziosa
di  elfo nero   


C'è un illusione che non muore
anche se Dio non esiste più
in questa favola d'amore
chi ci manca sei tu

senza più sogni ne parole
vivo un momento che non tornerà
brucia la fede in fondo al cuore
ferita da un'inattesa realtà

via questi anni di rimpianti
da queste notti vuote e inutili
via dai giorni senza tempo
da questi luoghi in cui non sarò mai

ci son fiori che non sbocciano
stanze senza giochi ne colori
i desideri ci accomunano
vorremmo che tu fossi qui con noi...
 
 
______
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    La canzone dei sogni
di  Camilloextrema


Con lo zaino in spalla
ed un pensiero sottobraccio,
mi presenterò alla tua nave
poco prima di partire,
senza meta né confini,
con l’ orizzonte in una mano
e nell’altra il destino.

Salperemo di notte
con le stelle come guida,
alzando vele bianche
che il maestrale gonfierà
con ventate di passione
e solcheremo le onde
gareggiando coi delfini.

Sarà in mare aperto,
durante la bonaccia
che reciterò per te
la più dolce delle poesie,
mentre una sirena
canterà, con voce divina,
la canzone dei nostri sogni.
 
 
______


 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    La Poesia da Cercare
di  Poeta Notturno


Arriverò
alla fine
di ogni verso

questo
già
lo so

Il tempo
non ha nessuna
storia da raccontare

e il poeta
avrà riempito
tutti i fogli
del suo inchiostro
migliore

Dovrò cercarti
sotto i tavoli
di notte

quando la gente
nasconde gli occhi
dietro i veli
della solitudine

e anche allora
saprò di non trovarti
amica mia

Ti cercherò
nel bambino
caduto

in quel pianto
così cieco
da non essere visto

e forse allora
lì, tu aspetterai
me

Ti cercherò
nella morte
non fuggendo lontano

perché anche allora

Poesia

so che
stringerai
la mia mano

sorridendo
 
 
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

   Le stelle hanno gli occhi azzurri questa notte
di  -chiaraluna–   


Quando le notti hanno le grinze
... non dormi, le stanze
si riempiono di fantasmi che danzano
sul letto, ma non su quello da sposa
li vedi anche per le strade camminare
prima che la notte si dilegui...

Sento strozzarmi le caviglie
sono serpi che hanno le
sembianze umane i fantasmi
fanno meno paura
ma sono ancora in tempo
ho capito... ritraggo le gambe
prima che alcuna morda ancora
mentre e strozzi i miei passi...

I fantasmi sono ancora li a camminare
qualcuno afferma che i morti non tornano più
eppure io li ho visti, li ho sentiti cantare
e li vedo danzare intorno al falò in cima alla collina,
sai quella collina senza strade, senza case,
senza chiesa, senza porte né finestre
non c'è neanche il Camposanto!

Li vedono anche la luna piena
e qualche stella spaventata
da questo via vai e si nascondono
dietro qualche nuvola slavata
a me sembra o forse è solo
suggestione che la luna sia un
po' imbronciata...

forse sarà per il vento che spettina
e porta via ogni cosa prima che
germogli il sole ancora, ma...

questa notte le stelle hanno gli occhi azzurri ! 

 
______
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Madre
di   Nichilista errante   


Come eri contenta quando ti dissero
che ero maschio,

già pensavi al matrimonio
al passo sicuro di chi varca la vita
senza passare dalla soglia

ed invece eccoci qui a guardare
il mio dondolare incerto nel tempo
il leggermi in controluce quando il sole reclina
e solo di notte ritrovarmi al mio posto

quando dal seno della luna succhio sempre
lo stesso nettare, e sotto i lampioni color ruggine
veglio l’assemblea di falene

e so che ti chiedi perché non rompo la placenta
e non mi getto a dorso nel fiume della vita

ma tu non sai cosa fece Dio
mentre mi covavi:

prese pelle d’ambra e la tese
sul mio cuore, perché fossi
il più cupo dei suoi tamburi.
 

 ______

 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Nel fiore della solitudine
di  dolceglicine 


Sono andata un po’ più in là
del cuore a scrivere
parole per fondere
nella gioia il dolore.
Ho camminato nella pioggia
su cigli d’assenza
(schizzate di fango le caviglie)
per una manciata d’essenza
caduta per sbaglio
da un sole d’estate sul vestito
viola sgualcito di tempo.
Ho sommato domande e risposte
per un totale di vento
nell’imbroglio d’argento
di una luna lucidata a stento.


Oh, quanta tristezza c’è
nel fiore della solitudine
costretto nelle crepe
di una vita di terracotta!


______
 
 
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Notturno
di  F.40  


Uno sbecco di luna
ingoia il mio vorace sbadiglio;
pesante la notte su occhi di fuoco.

Quatta il canto
un gracidare di rana e tonfo
è tomba di grillo

ma satura è l'aria di sogni,
più viva dell'astro morente.


20 giugno 2009


______
 
 
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Occhio di luna
di  Versolibero 


Occhio di Luna,
sogno che non smette
la vastità
che implode il nostro sguardo,
raccontami
degli occhi dei bambini
che sanno della nascita
del sole
e della pioggia
che porta via il sudore
dell'acqua pura
che riscatta il bianco
di un giglio
che risorge dentro il fango,

fa’ che sia tu
l’anello che congiunge

ed io
la traiettoria
del suo raggio


______
 
 
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Os meu Fado
di   lazharus


Fado curvo, dilatato
mille volte richiamato
nel calcolo probabile
delle geometrie ebraiche
di cerchi e corridoi

Fado contratto in una danza
esteso al decimale
o terso lago di Ofelia
grido ovattato di convinto
riposo

meu Fado, meu sonho
os meu…sonho

Percepito in grani nel Rosario
confuso di falangi
e di frange di neri scialli mi vesto
Fado meu ricamando di perline
il nuovo cielo non ancora buio

Fado essiccato nei roghi
di tutte le Giovanna
e ritrovato nei ritratti seppia e graffi
o nella processione al martire

Ritorni di eco zoppicanti
presi in prestito al giallo delle foglie
rese alla terra prima di morire

e nell’incognita del dopo
l’arrogante scena di coraggio
di chi non sa rispondere piangendo

Fado meu… sonho meu


______
 
 
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Sa libertade est pizzina sempere
(la libertà è sempre una fanciulla)
di  ariele57  


si su sole cada die
cunza sos ocros nieddos,
e ghettada che anzone a s'ispidu
s'anima pizzina
de sa libertade
in custu mundu malavidu dae sos lamentos ,
issa iscurta , non fulada
ma lena commente bentu e veranu
pesa lughe e bruja su coro de sa zente


......................


la libertà è sempre una fanciulla

se il sole
ogni giorno
chiude i suoi occhi neri
e getta come un agnello allo spiedo
l'anima sempre fanciulla
della libertà
su questo mondo malato di lamenti,
lei,ascolta,
non soffia,
ma come un lieve vento di primavera
solleva la luce
e brucia il cuore della gente


______
 
 
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Semina nel vento
di   grisby60


Ci sono ancora semi
da piantare intorno ai giorni
in quel sacco che vita mi ha concesso
convinta che i miei sogni portassero dei fiori

Molti ne ho sparsi
in campi arati con sudore
ed altri disseminati tra cumuli di fango
venuti su da terre che il pianto ha circoscritto.

È stato peso grande
portar quel sacco a schiena
lungo i percorsi di un vivere agitato
colmo di terreni incolti da cui togliere pietre.

È stato un seminare
gettato al vento a pugni sparsi
un cedere speranze all’inconcludenza
con una speranza sola di veder nascere frutti.

Ma restano dei semi
e cercherò un sito da affittare
dove piantare quell’attimo di pausa
per far fiorire un albero che non abbia fine.


______
 
 
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Tre quarti di luna
di  EnricoA89 


In questa notte
abbandonata da Dio
scivolano via
i passati ricordi,
tutto tace:
è scesa la nebbia.

Gli urli ovattati
del mio cuore,
sono brevi rantoli
d’un respiro passato
che già muore.

E mi guarda
di nascosto
pensando che sia folle…
Solo, con tre quarti
di Luna
vorrei abbandonarmi
nella sicurezza
d’un tuo abbraccio.


______
 
 
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Un istante
di  Sick Man  


Le corse dei volti
al saluto del madrigale
ove si poggia silente
al tramonto
un bardo.

Volteggiare di sibili
infranti in pareti d'ozio,
è volta d'occidente
un morbido rivolo
nel salmastro del meriggio.

Ramingo del sentire
un cielo pallido d'affresco
carezza la mente
che poggia labile
ancora nel ricordo.


______
 
 
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Volare con te
di  ninfafedele1 


È finita con la notte
L’ultima luce di una stella amica

Si è spenta mentre l’occhio la inseguiva
E la portava dentro
Sino al cuore

Era d’estate

E l’ultima fiammella
Si rispecchiava chiara nei tuoi occhi

Pian piano spensi il lume sul tavolo vicino al tuo cuscino

Sembrava notte
L’alba si accese su di noi

Mi rispecchiai nel giorno che nasceva

Sembravan piume scolorite le tue mani
Voli d’uccelli avevi dentro gli occhi

Mettesti ali ai piedi
E nel volarmi incontro
Mi ritrovai a volare insieme a te


______
 
 
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Tramontare
di  cabal22  


Segno dai giornali l’ora del tramonto,

è ormai da mesi che faccio questo gioco:

quando è il momento scendo in strada

e un passo mi separa dalla balaustra.

Pochi istanti che racchiudono il mistero,

riverberi e tinte che a mezzogiorno non cogliamo,

un attimo che fugge -la vita- la sua eco…

E’ la morte del sole che racchiude il suo inizio.



______
 
 
 

 

 

 


 

 


< su
  

Home



 



 

Conteggio dal 14 ottobre 2004