Poesie, racconti, riflessioni, favole, lettere, dediche... in forum    

 

 

Pubblicazione di scrittori dilettanti in forum





 
  









 
 










 

 
  © E' vietato copiare qualsiasi cosa senza l'autorizzazione dell'autore    

Webmaster Cobite 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

Poesie in pergamena

Pergamena Luglio 2010
Poesie scelte dal forum Fiori di Pensiero


 

 

A te Donna  di  grisby60
Ade di ~ Shilke
Attraverso di Patrizia Mezzogori 
Buio di (pearl) 
Chiaro e scuro di Raggio di Sole21.
Colorami l'immenso di Manuela Magi
Il dito di pinnebentu
L'ombra di casa di  filosofa22
Mia terra di pianura  di leonelrugama
Silenzio di  Nihil
Ti ho vista di  camilloextrema
Torno adesso di  pennabianca 1957

 

 

 

 


 

 

<< su  
<< Home
 <<Al forum Fiori di Pensiero
 

 

 

 

 


 

 

 


 

 

 


 

 

 

 

 

<< su
<< Home

 
           
           


 

 


 

 

 

 

    A te Donna
 di grisby60   


Se fu una costola
a regalarci un sogno,
a dare il segno della vita,
allora tutto il costato io darei
per te, donna che m’accompagni
in questo viaggiare il mondo,
che mi sai dare conforto,
quando le delusioni
mi rubano il riso.

E se fu una mela
a porgerti il peccato,
a dare il via alla giostra
che fa dei sensi quella ruota
intorno a cui s’arrotolano i corpi,
allora solo mele raccoglierò
per imbandire la tavola,
per saziare gli occhi
e riempir le mani.

E se tu non fossi,
mi vestirei del nulla
per vivere come Adamo,
andrei a correre nel paradiso
per urlare a tutta voce il desiderio
di cedere il mio stesso corpo
per averti accanto donna,
tu che dei miei giorni
sei riempimento.


______

 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

   Ade
di   ~ Shilke


I miei sepolcri lacerati,
ospitano divinità informi
profili androgini e nudi
tremanti e smunti,
come eroici paladini passati
di ricordi cesellati
si disgregano nelle fauci
della mia memoria.

Bruciati i pantheon,
dissacrati i languidi affreschi
nulla rimane
di quella setta di dei,
desideri essiccati e caduchi,
destinati ad un’infante morte.

Nei cieli arrossati,
un oboe intona un canto. 
 

   
______
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

  Attraverso
di  Patrizia Mezzogori


Attraverso una finestra
scivola ancora,
come rugiada mattutina
tra gli spazi sottili
e malinconici del tempo,
un morbido sorriso
che si stende come vela
in mezzo al mare,
dove la mia essenza
riflette tra note suadenti
nel sublime splendore
di gabbiani che volteggiano
trasportati da correnti,
come i minuti
che scorrono nella notte
inesorabili e sordi
al richiamo dei sensi.
 
 
______

 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

Buio
di (pearl)    


Sorgi per me notte,
solo un'altra volta,
portala via tutta questa luce
sono così affilati gli spigoli della realtà
quando sei costretto
a guardare dritto dentro al dolore

più cupo che mai
il vento sussurra le sue vecchie canzoni,
consumato di lacrime e nebbia,
le fa scivolare nel ventre del buio,
sarà solo l'alba
a strapparle dai nostri incubi

c'è sempre quella lampadina
ad uccidermi la solitudine
quando il silenzio fa più paura
persino del futuro,
quando il peso dei miei pensieri
schiaccia anche la voce della pioggia

e c'è anche questa penna
che scrive pianto,
che scrive vuoto.  
 
 
______

 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

   Chiaro e scuro
di  Raggio di Sole21 .     


E' di te che parlerò,
testarda e implacabile,
folle e passionale,
franta tra bianco e nero,
tra malizia e candore,
tra un' idea che piange
e la sorte che albeggia.

Scolpirò dei sentieri
su polvere intatta,
di scure orme esperta
plasmerò nuove vie;
inventerò quel soffio
che apre ogni esistenza
scoprirò nel vento
pagine mai sfiorate


...



leggerò di noi


e come un due sia uno. 
 
 
______

 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

   Colorami l'immenso
di  Manuela Magi    


Vivo di profumi
cibandomi di frutti succosi
colti dai rami protesi
del mio giardino.
**
Pitturo d'azzurro l'asfalto
che mi separa dal mare
per sedermi a pensare,
sulla sabbia che brucia.
**
Indosserò ali di seta
tessute con fili di stelle
sul sipario della notte,
ad indicarmi l'immenso.
**
Mi sentirò bella
nel sentiero scosceso di un'isola
quando il mio volo,sulle mani del vento,
si perderà tra il profumo di zagara
**
Ti sorrido
raccontandoti i colori dei miei giorni
rotolati sugli scogli,
fin dentro l'oceano.
**
Sul mio grembo
bianche conchiglie
legate da nodi d'emozione
per ornarmi il petto.
** 
 
______
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Il dito 
di pinnebentu


Sguainato come spada all'occasione
a sostituir filippiche da foro
quel dito alzato senza alcun decoro
fulmineo in ogni accesa discussione

quando il discorso non è più padrone
e la pazienza cessa esser tesoro
cala sul grillo il maglio e come un toro
ad alzo zero scarica il cannone.

E ieri una signora indiavolata
in un incrocio simile a una pista
a cui la precedenza vien negata

ha fulminato il proprio antagonista
col dito, senza aver dato un occhiata,
mannaggia era la suocera, che svista!
 
 
 
______


 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

L'ombra di casa
di   filosofa22  


Arriva rumoroso,
bardato a festa,
il carretto, suoni,
campane lo accompagnano
incuranti di nulla...

Che salita deve fare,
stanco e silenzioso
mogio mogio senza fiato
ad un tratto si ferma!
Guarda attorno...

Che stupendo panorama
di immagini chiaro scuri,
tenere erbette, raggi di luci
brillanti lo confondono.
E' rimasto silenzioso.

Abbaglia la luce,
il buio non fa vedere.
Poi la salita continua...
soffermandoti prima
all'ombra di casa sua.

 
 
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

   Mia terra di pianura
di  leonelrugama     


Certo potrei
dal campanile più alto
liberare l'occhio alla pianura
e di bruma nebbia e foschie tormentate
riempirmi dentro

Certo potrei
respirare il fiato
della terra scolpita dall'aratro
e dell'erba e degli alberi
lo spazio

Potrei esorcizzare
la bianca malvagità della grandine
il crudele richiamo del cuculo
e del tempo l'insinuante nostalgia

Certo potrei e lo faccio
ma come ignorare
il quarto stato delle genti
le loro ossa
seminate lungo argini e tratturi
le loro anime affaticate
e senza lamenti

Come ignorare
che questa tagliente linea orizzontale
è il loro unico monumento

 
______
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

Silenzio
di  Nihil .


Abbassa ancora un poco il volume della notte
sulle strade grigie - piovose, sull’afa che dall’alba
s’espande travolgendo il giorno

con un lucido disegnerò i contorni della case
i casermoni popolari, le osterie ancora aperte
filtrerò il chiasso del vino spanto sui banconi

nasconderò come polvere sotto il tappeto
le scie delle auto, il passo sordo del vento
che scalcia le foglie

per non disturbare lo scorrere sotterraneo
di questo rosso che ci inonda

come un richiamo ad essere
soli, per un altro giorno.
 

 ______

 

 

 

 


 

 


< su
  

 


 

 

 

 

    Ti ho vista
di  camilloextrema 


Ti ho vista cercare le parole
tra un passo e l’altro
sulla via per il tramonto
per lasciare la tristezza
nel giorno che si spegne.

Ti ho vista seguire nuove idee
tra un sogno e l’ altro
nei viaggi per il mondo
per rincorrere la sorte
nell’ illusione che continua.

Ti ho vista piangere di gioia
tra una pagina e l’ altra
di una lettera d’amore
immaginando dolci carezze
sul tuo viso di bambina.

Ti ho vista impegnare invano
tra un sospiro e l’ altro
tutti i tuoi desideri
cercando di comprendere
il significato di ciò che eri.

Ti ho vista cadere in ginocchio
tra uno sbaglio e l’ altro
rinchiusa per i tuoi peccati
in una stanza senza porte
costruita sulle tue utopie.

Ti ho vista svanire nella nebbia
tra un onda e l’altra
su una nave senza bussola
pagando con la vita
un passaggio per la felicità. 


______
 
 

 

 

 


 

 


< su
   

 


 

 

 

 

    Torno adesso
di  pennabianca 1957
 


dal rumore invisibile dei campi
torno dall’indimenticabile, dal movimento
impercettibile delle radici
dallo sgretolare silenzioso
delle pietre di spiaggia

nascoste dallo spreco ventoso e affrettato
dei doni incartati.

Mi meraviglio sempre
ogni volta che torno
dal sonno sommerso dei nidi
dal vero coraggio dei gelsi piantati
a vessillo degli anni

mi commuovo fino al piacere
sentendo la vita odorosa
trasformata e cosparsa a concime
sui balzi di terra.

E’ come un orgasmo virile

la scia delle semine lente al tramonto
la vera stanchezza preziosa
che al prossimo salto del sole

romperà ogni misura pensata 


 
 

 

 

 


 

 


< su
 

Home
Al forum Fiori di Pensiero

 



 

Conteggio dal 14 ottobre 2004