Poesie, racconti, riflessioni, favole, lettere, dediche... in forum    

 

 

Pubblicazione di scrittori dilettanti in forum





 
  









 
 










 

 
  © E' vietato copiare qualsiasi cosa senza l'autorizzazione dell'autore    

Webmaster Cobite 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

Poesie in pergamena

Poesie scelte dal forum Fiori di Pensiero
Pergamena Gennaio 2011

 

 

Apollo e Dafne  di Giulio-65
Canto celeste di Raggio di Sole21.
Dissolvenza di Ceo1
Domande di pennabianca1957 
La sfera di Gaspy2010
Mio amico di sempre di camilloextrema
Nei giorni colorati  di tristezza di (Bog)
Ossessione di NevediLuce
Ritorno a sognare   di Cobite 
Scrivimi di leonelrugama
Sere di Dicembre di annysea
Vita e morte di pinnebentu

 

 

 

 


 

 

<< su  
<< Home
 <<Al forum Fiori di Pensiero
 

 

 

 

 


 

 

 


 

 

 


 

 

 

 

 

<< su
<< Home

 
           
           

 

 


 

 

 

 

    Apollo e Dafne
 di Giulio-65    


Non posso fare a meno dei tuoi occhi,
né schivo evitare il tuo sguardo
fugace, casuale, inconsapevole
o consapevole.

Non posso fare a meno di annientarmi
e lacerarmi, soffocando dentro
l’urlo straziante di questa passione,
incalzante emozione.

Mi struggo, preda della frustrazione,
vittima della speranza di quell’attimo,
vinto da scherzi che il fato di contro
gioca al nostro incontro.

Apollo inseguì invano Dafne un tempo,
Orfeo perse negl’inferi Euridice;
tu lauro, io ombra in un momento
diveniamo al contempo.  


______

 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

   Canto celeste
di   Raggio di Sole21.


Il vento sa di maschio
quando la notte
- implacabile -
soffia forte sulla seta
e a memoria percorre
sentieri di magnolie.

Lo spartito dei respiri
s'addensa di stupori
e note,
poi s'affina, stremato,
vergine in un lume.

E' l' ultima volta
si ripete la luna
- l'anima nascosta -
s' abbandona e scivola
in un sentiero odoroso
di terra e foglie.

Tassellando il pianto
scuce ricami
dalle trame del cielo
brunisce l' argento
e si lascia avvolgere
da cedro e tabacco.
 

   
______
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

  Dissolvenza
di  Ceo1


Lamine d'oro
i platani ai giardini
e fulmini di rosso cupo
sangue le robinie.
Amo le ombre
e il buio che li nasconde.

Distratta dissolvenza
in tepore d'autunno.

 
 
______

 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Domande
di pennabianca1957


Scivola via

senza fretta
senza nome

abbandonando ogni colore
o pulsazione
scivola, finendo nello stomaco

la luce.

Pochi battiti di ciglia
durano un intero passaggio d’ore
perché dire addio
è un inspiegabile infinito

le parole che si appannano
davanti agli occhi
fanno la pioggia instancabile
dei ricordi

le sole ombre che rimangono
agli angoli dei vetri
sono il contorno delle mani

aperte come domande. 
   
 
______

 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

   La sfera
di  Gaspy2010 


C’era una volta una graziosa sfera,
una città incantata su di un fiume
la casa galleggiante e un picciol lume
A ricreare tutta un atmosfera

Nel globo stavano due amanti stretti,
felici insiem in amoroso allaccio,
dal modo fuori, ma nella sfera traccio
di un loro mondo, dall’ altro ben protetti.

Ma cadde in terra e venne cosa scarta
E tutto allora fu confusionale
E fu la sfera sul terreno sparta.

Era la neve infin soltanto sale,
fiume e castello eran soltanto carta
e le schegge di vetro fanno male.   
 
______
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Mio amico di sempre 
di  camilloextrema


Mio amico di sempre
solchiamo un altro oceano
valicando le onde
col solito coraggio.

Troveremo la rotta
remando controcorrente
facendoci amare risate
sulle occasioni perdute.

Sarà l’ennesima variabile
o l’infinità dei sogni
a portarci chissà dove
ancora una volta insieme.

Urleremo contro i muri
costruiti dal tempo
e mi presterai le parole
per rispondere all‘eco.

Scaleremo i crinali
dei più ripidi arcobaleni
e ricameremo l’allegria
sulle pieghe delle nuvole.

E precipitando leggeri
dagli occhi dei cicloni
saremo finalmente liberi
dalle condanne della logica.  
 
 
______


 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

Nei giorni colorati di tristezza
di   (Bog)  


Nei giorni colorati di tristezza
mi scorgo accanto al ciglio di un dirupo,
il cielo appare di un colore cupo
e il suo tacere soffoca e mi spezza.

Mi vedo agnello dentro un mondo lupo
e non mi sento di essere all’altezza,
non lotto quasi più ed all’incertezza
mi lascio andare… e quello che ho lo sciupo.

Nei giorni dove gli unici colori
dentro ai miei occhi sono il grigio e il nero
cado per terra e non mi so rialzare.

In questa nebbia di odî e di rancori
vince lo sguardo di un amico vero
che porge il braccio per ricominciare.

 
 
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Ossessione...
di  NevediLuce



VVedo alternarsi

fiotti e piogge

assorte al possederci

le anime.

L'emozione ondeggia

tra gli sguardi che m'infliggi

e le ferite che mi curi.

Il Ramo si scuote

al suo custode,

il sentiero s'allarga

e s'allaga

delle energie che mi dedichi...

frane d'ossessione,

terre che si sgretolano orlando sogni

e ungendo respiri,

finché sputano Luce

in ogni dove...

e ogni Sponda prende il Tuo Nome..

 
______
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

Ritorno a sognare
di  Cobite


Ritorno a sognare sorrisi e parole
lungo un mare sopito di desideri nascosti:
movenze e colori in battigia di cuore
al ritmo di onde lunghe e crescenti.

Romantica luna in orizzonte di stelle
esalti il blu-notte in giallo-carezza
sui volti e sui corpi d'amore vestiti.

La rena d'estate ancor tiepida e molle,
in brezza distesa dona ora il calore
di quando fu amata dalla luce del sole.

Ed il germoglio di un dono segreto,
sepolto in sabbia bagnata d'amore,
spunta ora alla luce vigoroso e suadente
al folle richiamo di sentimenti rubati

ma forse... soltanto sognati.  
 

 ______

 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Scrivimi
di  leonelrugama


Scrivimi quando sono solo.
Spiegami tra quali parentesi
fu chiuso il nostro tempo
e dietro quale ombra
la voce perse colore.

Dimmi l’accaduto d’allora,
del buio salito sul cuore
e del fuoco
bagnato in silenzio.
Parlami dei nostri segreti
sull’orlo del sonno
e delle cose perdute
che più non incontro.

Ridammi un giorno,
un passo,
insieme
ancora.
Riapri la pagina
alla parola segnata,
che io possa
tenerti ferma
e vegliarti nel sogno.

Anche ora,
che ogni bellezza è delusa,
scrivimi,
apri gli occhi murati
di questa mia solitudine sola. 


______
 
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Sere di Dicembre
di  annysea 
 

Le sere di Dicembre
hanno soffitti scoperchiati
e intorno ai camini
scoppiettano scintille
di mani tese
alla fiamma.

Le nonne
estraggono dalle tasche
antiche storie
per orecchi grandi
di bimbi,
(contenitori di sapere
che la videodipendenza
non riesce a saziare).

Quando le storie sono gaie
le piccole conchiglie
lasciano cadere perle di risate
che si espandono
come campanellini
nelle stanze sazie di sapori.

Dai soffitti scoperchiati
le stelle invidiose
sbirciano nelle case
esprimendo desideri
come talvolta fanno gli uomini.

Le stelle di Dicembre
sono le più luminose,
e all’alba ve n’è una
che smarrisce la strada
inseguendo una bimba.

 
 

 

 

 


 

 

 
< su
 

 


 

 

 

 

Vita e morte
di  pinnebentu     


Col rispetto del ruolo, in alternanza
ognuna col suo marchio differente
s'ignorano e contemporaneamente
si guardano in cagnesco a gran distanza

ciò nonostante ed in buona sostanza
vivon cosi in simbiosi e assurdamente
se fosse una soltanto, unicamente
da sola non avrebbe alcuna istanza

ma in due portano avanti l'esistenza
fra chi soffiando genera il germoglio
e chi per dare al grano consistenza

recide a fondo gli steli del loglio
pur trascurando l'alta resistenza
della gramigna radicata al soglio.


______
 

 

 

 


 

 


< su

Home
forum Fiori di Pensiero

 



 

Conteggio dal 14 ottobre 2004