Poesie, racconti, riflessioni, favole, lettere, dediche... in forum    

 

 

Pubblicazione di scrittori dilettanti in forum





 
  









 
 










 

 
  © E' vietato copiare qualsiasi cosa senza l'autorizzazione dell'autore    

Webmaster Cobite 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

Poesie in pergamena

Poesie scelte dal forum Fiori di Pensiero
Pergamena Luglio 2011

 

 

Alba   di elfo nero
Ancora non è di  pennabianca1957
Boato di  filosofa22
Consumo l’estate di ninfafedele1
Cose di cui non si parla di Moonrose
La spesa del potere di  zak@
L'alba di un tramonto di F.40
Lontananze di blu,
Quando il domani   di Raggio di Sole21.
Ricordi? di  ~ Shilke
Tela del Risveglio... di NevediLuce
Un cielo plumbeo di rens_87




 

 

 

 

 


 

 

<< su  
<< Home
 <<Al forum Fiori di Pensiero
 

 

 

 

 


 

 

 


 

Poesie in pergamena è una scelta redazionale tra le poesie
inserite in forum Fiori di Pensiero  ogni trimestre.
Pergamene precedenti


 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

<< su
<< Home

 
           
           

 

 


 

 

 

 

    Alba
 di elfo nero    


Nella fredda luce del mattino
hai intravisto il mio cammino
il domani arriva sempre,
nell'attesa che si faccia giorno
hai atteso a lungo il mio ritorno
senza dormire mai,
nella stanza buia e silenziosa
la campagna intorno a te riposa
mentre le ore non passano,
nel dubbio tra incubo e realtà
questa cupa notte finirà
nubi nere davanti alla luna.
Ci son cuori colmi di rimorsi
altri sono saturi di gioia
la notte mi nasconderà,
ci son fantasmi tristi ed anoiati
altri beati in un riposo eterno
nessuno ti riscalderà,
ci sono occhi fissi verso il nula
sguardi confusi da lacrime e dolore
la notte mi nasconderà,
ci son vampiri scaltri ed assetati
altri dannati al sonno senza vita
nessuno ti proteggerà.
Il passo silenzioso delle ombre
topi che si rincorrono in soffitta
qualcuno doveva trovarsi la,
case diroccate senza più finestre
giardini senza rose ne ginestre
il rubinetto gocciola,
suoni lontani nell'oscurità
non soffia vento e nulla più si muove
qualcuno doveva trovarsi la,
gelido e grigio come una roccia
ragni passeggiano sulla tua faccia
il rubinetto gocciola.
Brucia l'anima, brucia la gola
brucia l'ultima preghiera
brucia il tempo, brucia la sera
brucia l'ultima candela
fino a hce non mi rivedrai
fino a che tu mi aspetterai
nella fredda
luce
del mattino.   


______

 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

   Ancora non è
di   pennabianca1957


Ancora non c’è, resta sospesa

in mezzo a un volo di pensiero
né vicina, né lontana

quell’espressione rotonda e calda
che divampa sulle guance.

E’ già nell’aria
è intorno
ma ancora inverosimile
quell’afa pesante e opaca che acceca
i pomeriggi, tant’è che le zanzare
non appaiono che tracce in aria
e le rampicate dei pomodori
sono solo accenni primordiali di rossore.

Però è nel sole
la luce che fa già intuire
l’intonato canto delle rane
ed è in fondo ai cerchi dei fogliami in bosco
che si sentono arrivare le memorie
delle lucciole in costume.


Di là da questa pioggia nana e astratta
si stanno pettinando
le campagne al grande ballo
e le discese dolci delle sere

come quando stavo addosso
ai tuoi respiri magri
sussurrandoti lezioni in versi aperti

per cercare di convincerti d’amore.
 

   
______
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

  Boato
di filosofa22


Ti accarezzo al buio
scivolano sulle tue
le mie mani,
un varco aprono,
nebbie fendono,
stelle vaganti accendono
Un bacio leggero
a labbra socchiuse
un mondo nuovo apre
ed un boato irrompe
nel silenzio

 
 
______

 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Consumo l’estate
di ninfafedele1


Nell'ora che scioglie l'azzurro
e tinge le cose di rosa
riprendo per mano il ricordo
lo porto lontano con me


Domani col sole nascente
la vita avrà detto di sì
al nuovo sorriso di un bimbo
al petalo rosa di un fiore

Ma ora che il giorno svanisce
consumo l'estate con te
Domani l'estate finisce

il sogno lo porto con me  
   
 
______

 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

   Cose di cui non si parla
di  Moonrose 


Hanno ucciso i tuoi occhi
colorando di lividi l'anima,
violentando attimi di pace
fino a renderli assurdo dolore.

shhhh, sono cose di cui non si parla.

Hanno picchiato il tuo futuro,
nascondendolo dietro al mucchio:
fango e letame sono i tuoi compagni
nelle notti di passi raccolti
e corpi dal prezzo in ribasso.

shhhh, sono cose di cui non si parla.

Hanno strappato il tuo cuore,
bimbo incauto seduto sul bordo
di un marciapiedi di ghiaccio.
Giocattoli di veleno scrivono
nomi che nessuno ricorda mai.

shhhh, sono cose di cui non si parla.

Hanno valutato il prezzo
del tuo corpo infantile,
tra foto di fredda lussuria
e immagini di mani invadenti,
come ragni dal morso letale
che avanzano nell'intimo respiro.


______
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    La spesa del potere 
di  zak@


Salgono i toni,
tuoni tra bandiere…
frecce avvelenate
sferrate dal potere,
cadono i diritti
trafitti dentro bare,
su una democrazia
che su se stessa muore.

Devi solo pagare
non devi protestare…
decido io su tasse,
su spiagge
e nucleare,
il ponte tra le onde
avvolgo alle tue spire,
decido solo io…
anche l’acqua da bere.

Ma la memoria torna
a ragionare,
frasi come dosi
su cui non scivolare,
cadono a poco a poco
le trombe
e le fanfare,
e li rimane appesa
la spesa del potere.
  
 
 
______


 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

L'alba di un tramonto 
di  F.40  


Trafitte di luce gocce di gelo: lampioni
tra scarne foglie di tundra
e un soffio di nebbie dirada il mattino.

E' questo grigio che infanga lo sguardo
e s'adegua al colore dell'anima.
Dolce decadenza nel ventre della terra.

 
 
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Lontananze
di   Blu,


Lungo viale ingombro
d'uccelli morti,
il respiro del cielo
è canto assente.

Un violino aperto
è nei crepuscoli,
un rigurgito denso di cigni
nella continuità della morte.

Si creano lontananze
ovunque...madre come scivoli
in questo tramonto
mentre non ti abbraccio.

 
______
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

Quando il domani
di  Raggio di Sole21.


Avvolgimi in sospiri, sincronismi
ritmici e frequenti lunghezze d’ onda
cattura per me un mare senza vento,

il candore nell’ ombra di un sogno
mai afferrato , a lungo rifiutato,
getta i dadi sul verde della vita
osa con forza un futuro incerto.


Combatti del passato il fantasma
e chiudi la mente alla memoria
vezzeggiando azzurre tenerezze
su seta sprigionante azalee...
 

 ______

 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Ricordi?
di ~ Shilke


Ricordi?
Costruimmo la nostra Atlantide
con pochi bachi di seta,
lembi di stoffa e lievi pensieri.

La sera ero solito
riempir di luce i lampioni
con i tuoi sorrisi del mattino,
scatenare nei tramonti
guerrieri di colori erranti
che infine stanchi
si adagiavano
nella notte bluastra.

Lì vi erano circhi di stelle,
feroci comete indomabili,
turbe di astri sconosciuti.

Atlantide,
baluardo d'inganni
ti smarrii un giorno
quando lei se ne andò.
Nelle mappe il tuo nome
non compare, ed io
troppo a lungo assopito
non ti posso più cercare.


______
 
 

 

 

 


 

 


< su
 

 


 

 

 

 

    Tela del Risveglio...
di NevediLuce
 

Assonnate le ampie vallate del Senso
tra labbra impastate di sogni
odorosa la seta della mia pelle
e morbido il calco delle pieghe lucide..

Le nebbie dei respiri
come unisono di voci
a contemplare il Mattino..

Buongiorno nel Chiarore,
di un battito celato al mondo,
di un sentiero battuto dai tuoi occhi,
di una febbre consumata sotto la pelle,
di uno stelo incrinato dal vento,
di una marea invocata dalla luna..

Buongiorno di Poesia,
sui larghi borghi di Sole,
di voci irrequiete lungo le strade,
di altalene e sorrisi,
di messi tenere di Grano,
di dolce Miele nel palato..

Buongiorno a Te che mi hai preso,
al mio Volto Salato,
ad ogni Istante speso
nel Tuo Amore Dorato.

 
 

 

 

 


 

 

 
< su
 

 


 

 

 

 

Un cielo plumbeo
di  rens_87     


Dita di un cielo plumbeo
son carezze su luna pallida.

Vorace è la corsa
della tempesta ammantata,
avanza senza ardore,
passo dopo passo,
tra fori di corallo.

Silenzioso è il vento
se non infrange la grigia roccia.
Schianti, rombi, tuoni,
innanzi all’arido della vista,
lentamente muoiono.

E tutto diviene opaco furore,
e il candore del mio sguardo
si perde immobile
tra meraviglie di spavento e orrore.

Dita di un cielo plumbeo
soffocano la luna pallida,
rintocco di campana,
improvvisa tempesta.


______
 

 

 

 


 

 


< su

Home
Forum di Fiori di Pensiero

 



 

Conteggio dal 14 ottobre 2004