Riparazione infissi: ecco quando bisogna intervenire

Riparazione infissi: ecco quando bisogna intervenire

Febbraio 17, 2022 Off Di aaronalwolf

Avete dei problemi con gli infissi? Sono piuttosto rovinati e non riescono più ad essere efficaci nella loro funzione isolante? La cosa migliore è affidarsi a chi ha una certa esperienza a riguardo, come un fabbro Firenze, se abitate in Toscana, per capire quale sia l’intervento più adatto da compiere. Proviamo a dare un’occhiata alle problematiche maggiormente diffuse in tema di infissi.

Le problematiche più comuni

Ci sono alcuni problemi che possono manifestarsi più di frequente rispetto ad altri in riferimento alle finestre. Scendendo un po’ più nei particolari, si tratta delle ante, che non sono più perfettamente allineate tra loro. Si tratta di un problema che può emergere piuttosto di frequente quando si chiude e apre l’anta tante volte al giorno. Infatti, può succedere che l’anta finisca per cambiare il suo assetto tenda a non essere più allineata.

In questa situazione, però, non si tratta di un danno particolarmente grave, anche se chiaramente è richiesto l’intervento di un professionista dotata di esperienza e competenze in questo settore. Infatti, è sufficiente togliere il copricerniera, per poi regolare la cerniera stessa usando una specifica chiave a brugola e registrare l’anta con una rotazione in senso orario.

Tra le altre problematiche maggiormente diffuse che sono relative alle cerniere troviamo sicuramente il fatto di difettare in quanto a lubrificazione. In effetti, in questi casi la soluzione è davvero facile da intuire, dal momento che è sufficiente usare un po’ di spray lubrificante e il problema dovrebbe essere bello che risolto.

Spesso e volentieri i serramenti vengono riparati per non sorbirsi più i fastidiosi spifferi, che possono provenire dagli infissi piuttosto che dal cassonetto. In questi casi ci sono diverse soluzioni tra cui scegliere, alcune di carattere più professionale e altre molto più legate al fai da te. L’isolamento del cassonetto è senz’altro la soluzione di maggiore efficacia. Per raggiungere tale obiettivo, si dovrà comprare del materiale specifico presso una ferramenta, oppure va bene anche usare dei prodotti paraspifferi che si andranno ad incollare agli infissi di casa, anche se servono non solo manualità, ma anche una notevole precisione.

Le attività di riparazione

Riparare gli infissi non è un vero e proprio gioco da ragazzi. In modo particolare, può riservare diverse difficoltà già con dei materiali piuttosto leggeri, come nel caso del vinile piuttosto che dell’alluminio. Infatti, questi materiali non sono particolarmente resistenti e possono facilmente essere piegati oppure anche solo ammaccati.

Anche il legno, tra le altre cose, può subire diversi danni, visto che si può scheggiare, ma anche deformare o intaccare. Chi svolgerà l’intervento di riparazione del telaio dell’infisso, può senz’altro usare dei prodotti tali per salvaguardare un po’ di più la resistenza del materiale con cui è stato realizzato l’infisso in questione.

Spesso e volentieri, tra l’altro, potrebbe capitare che il motivo per cui si vuole riparare un infisso sia legato al fatto che il legno è marcito. In questi casi, potrebbe anche essere utile fare delle considerazioni e valutazioni più ad ampio raggio. Ad esempio, si potrebbe pensare anche di sostituire gli attuali infissi con dei prodotti nuovi e costruiti con materiali differenti, come ad esempio il vinile. Quest’ultimo, per chi non lo sapesse, rappresenta una valida alternativa per poter riparare gli infissi senza dover sborsare grandi cifre.

La manutenzione preventiva

Per fare in modo di non trovarsi sempre a spendere grandi cifre una volta che il danno si è già verificato, un ottimo consiglio da seguire è quello di svolgere una generale attività di manutenzione preventiva. In questo modo, si potrà prevenire tutto ciò che è legato all’usura, aumentando la durata degli infissi attuali. Soprattutto se si tratta di infissi piuttosto recenti, è chiaro che vale la pena un discorso del genere. Invece, in caso di serramenti vecchi, è meglio optare per la sostituzione, puntando su dei modelli di nuova generazione e di qualità superiore.